Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

Home > 17-12-2008 n° - Contratti

17-12-2008 n° - Contratti

Ipotesi di CCNL 17 dicembre 2008
relativo al personale del comparto scuola per il secondo biennio economico 2008\2009
IPOTESI DI

IPOTESI DI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO

relativo al personale del comparto scuola per il secondo biennio economico 2008\2009

 

 

ALLEGATI

 

ART. 1 - Durata e decorrenza del contratto biennale

 

1.               Il presente contratto biennale, relativo al comparto del personale della scuola, concerne la parte economica e si riferisce al periodo 1° gennaio 2008 - 31 dicembre 2009.

 

 

ART. 2 - Aumenti della retribuzione base

 

1.               Gli stipendi tabellari previsti dall’art. 78 comma 2, del CCNL 29 novembre 2007 (Tabella 2), come rideterminati dall’art. 3 comma 2 della sequenza contrattuale dell’8 aprile 2008 (Tabella 1), sono incrementati delle misure mensili lorde, per tredici mensilità, indicate nell'allegata Tabella A, alle scadenze ivi previste.

2.               Per effetto degli incrementi indicati al comma 1, i valori degli stipendi annui sono rideterminati nelle misure e alle decorrenze stabilite nella Tabella B.

3.               Al personale educativo spetta il trattamento economico previsto per i docenti di scuola dell’infanzia e primaria.

4.               Gli incrementi di cui al comma 1 comprendono ed assorbono l’indennità di vacanza contrattuale prevista dall’art. 33, comma 1, del Decreto Legge n. 185 del 29 novembre 2008.

 

 

ART. 3 - Effetti dei nuovi stipendi

 

1.               Gli incrementi stipendiali di cui alla Tabella A hanno effetto integralmente sulla 13° mensilità, sui compensi per le attività aggiuntive, sulle ore eccedenti, sul trattamento ordinario di quiescenza, normale e privilegiato, sull'indennità di buonuscita, trattamento di fine rapporto, sull'equo indennizzo e sull'assegno alimentare.

2.               I benefici economici risultanti dall'applicazione della Tabella A sono corrisposti integralmente alle scadenze e negli importi ivi previsti al personale comunque cessato dal servizio con diritto a pensione nel periodo di vigenza contrattuale. Agli effetti dell'indennità di buonuscita e di licenziamento si considerano solo gli scaglionamenti maturati alla data di cessazione dal servizio.

 

 

ART. 4 - Fondo dell’Istituzione scolastica e nuovi parametri unitari di distribuzione

 

1.               Le risorse di cui all’art. 84 del ccnl 29 novembre 2007, per effetto della riduzione prevista dall’art. 85, comma 3, destinata alla copertura dei maggiori oneri derivanti dall’inclusione nella base di calcolo del trattamento di fine rapporto degli elementi retributivi di cui agli artt. 56 c. 3, 82 c. 4 e 83 c. 3 del CCNL 29 novembre 2007, sono quantificate, a decorrere dall’1.1.2009, in 1.161,92 milioni di euro.

2.               In relazione a quanto previsto dall’art. 85, comma 3, del CCNL 29 novembre 2007, allo scopo di rendere compatibili le risorse di cui al comma 1 con la variazione dei punti di erogazione del servizio scolastico e dell’organico di diritto del personale del comparto, a decorrere dall’1.1.2009, i valori unitari annui al lordo degli oneri riflessi a carico dell’amministrazione, sono di seguito rideterminati:

·               4.056,00 euro per ciascun punto di erogazione del servizio;

·              802,00 euro per ciascun addetto individuato dai decreti interministeriali quale organico di diritto del personale docente ed educativo e del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario;

·              857,00 euro ulteriori rispetto alla quota del precedente alinea per ciascun addetto individuato dal decreto interministeriale, quale organico di diritto del personale docente degli istituti secondari di secondo grado.

3.               I valori di cui al comma 2 si applicano ai parametri individuati annualmente dal Ministero della Istruzione, dell’Università e della Ricerca nella pubblicazione della Direzione generale per gli studi e la programmazione e per i Sistemi informativi “Sedi, Alunni, Classi, Dotazioni organiche del Personale della Scuola statale – Situazione dell’organico di diritto”.

4.               In sede dei successivi rinnovi contrattuali sarà verificata l’esatta consistenza della variazione dei punti di erogazione del servizio e dell’organico di personale al fine di recuperare, mediante l’innalzamento dei valori unitari di cui al comma 2, le eventuali economie derivanti dalla contrazione dei parametri di cui al comma 3. 

 

 

ART. 5 – Risorse  posizioni economiche personale ATA

 

1. Fermo restando il disposto del comma 7 dell’art.50 del CCNL 27.11.2007, le risorse di cui al comma 5 del medesimo art.50 non completamente utilizzate per effetto dello slittamento delle procedure per l’attribuzione delle posizioni economiche per il personale ATA, saranno utilizzate integralmente nel prossimo contratto collettivo nazionale di lavoro  per il riconoscimento di benefici economici una tantum destinati al personale ATA.

 

 

ART. 6 - Norma finale

 

1. Per quanto non previsto dal presente contratto, restano in vigore le norme del CCNL 29 novembre 2007, compatibilmente con le vigenti disposizioni non derogabili.

 

2. Tutti gli articoli del CCNL 29 novembre 2007 richiamati nel presente contratto si intendono come modificati dalle successive sequenze contrattuali dell’ 8 aprile 2008 e 25 luglio 2008.

 

 

DICHIARAZIONE CONGIUNTA

 

Le parti firmatarie del presente CCNL convengono sulla necessità di rivedere, nel prossimo rinnovo contrattuale, l’attuale struttura della retribuzione allo scopo di semplificarne il contenuto anche in relazione ai diversi ambiti di intervento della contrattazione nazionale finalizzata alla definizione delle componenti fisse della retribuzione e della contrattazione integrativa volta a definire il salario accessorio per la valorizzare della qualità della prestazione lavorativa.

 

* * *

 

DICHIARAZIONE A VERBALE RELATIVA ALLA

SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA DEL CONTRATTO 2008-2009

DA PARTE DELLO SNALS-CONFSAL, CISL SCUOLA E UIL SCUOLA

 

 

SNALS-Confsal, Cisl Scuola e Uil Scuola esprimono con forza il proprio dissenso rispetto al mancato recepimento nel presente CCNL del disposto del comma 147 dell’art. 3 della legge 24/12/2007, n. 244 (Finanziaria 2008) che prevedeva venisse esaminata in tale sede anche la posizione giuridica – economica del personale ATA trasferito dagli Enti Locali allo Stato in attuazione della legge 3/5/99, n. 124.

SNALS-Confsal, Cisl Scuola e Uil Scuola si riservano di esperire ogni azione, anche in sede giurisdizionale, volta a tutelare i diritti del personale interessato in ordine alla suddetta disposizione legislativa.

 

Roma, 17 dicembre 2008

 

SNALS CONFSAL

(Marco Paolo Nigi)

CISL Scuola

(Francesco Scrima)

UIL Scuola

(Massimo Di Menna)

 

* * *

 

DICHIARAZIONE A VERBALE RELATIVA ALLA

SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA DEL CONTRATTO 2008-2009

DA PARTE DELLO SNALS-CONFSAL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA E GILDA

 

 

 

SNALS-Confsal, Cisl Scuola, Uil Scuola e Gilda rivendicano il tempestivo assolvimento dell’impegno assunto nella Dichiarazione Congiunta allegata alla Sequenza contrattuale 25/7/2008 di portare a temine le sequenze contrattuali previste dal vigente CCNL (art. 22 - personale impegnato in attività di educazione agli adulti ed in altre tipologie di attività didattica; art. 90, co. 6 – riesame e omogeneizzazione delle materie di cui agli artt. 9, 29, 30, 47 e 86 con la ricerca , altresì, di una progressiva equiparazione tra insegnanti a tempo indeterminato ed a tempo determinato; art. 91 – rinvio delle norme disciplinari; art. 126 – modifiche da apportare agli istituti contrattuali relativi al personale delle scuole italiane all’estero).

 

 

Roma, 17 dicembre 2008

 

SNALS CONFSAL

(Marco Paolo Nigi)

CISL Scuola

(Francesco Scrima)

UIL Scuola

(Massimo Di Menna)

GILDA degli insegnanti

(Rino Di Meglio)

 

* * *

 

DICHIARAZIONE A VERBALE RELATIVA ALLA

SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA DEL CONTRATTO 2008-2009

DA PARTE DELLO SNALS-CONFSAL, CISL SCUOLA E UIL SCUOLA

 

 

 

SNALS-Confsal, Cisl Scuola e Uil Scuola denunciano il mancato assolvimento, in sede di stesura del presente CCNL, dell’impegno assunto nella Dichiarazione Congiunta allegata alla Sequenza contrattuale 25/7/2008 “di rivisitare in sede di rinnovo contrattuale per il biennio economico 2008/2009, la disciplina degli istituti retributivi dei Direttori dei servizi generali e amministrativi e la declaratoria dei profili professionali del personale ATA”.

SNALS-Confsal, Cisl Scuola e Uil Scuola perseguiranno in tutti i modi e in tutte le sedi possibili la soluzione di tali aspetti giuridici ed economici.

 

 

Roma, 17 dicembre 2008

 

SNALS CONFSAL

(Marco Paolo Nigi)

CISL Scuola

(Francesco Scrima)

UIL Scuola

(Massimo Di Menna)

 

 

 

ALLEGATI

 

TABELLE A e B 

Scadenze di: dicembre 2021
<>