Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

Home > 07-03-1985 n° 588 - Decreti Presidente Repubblica

07-03-1985 n° 588 - Decreti Presidente Repubblica

D.P.R. 3 marzo 1985, n. 588
Profili professionali delle qualifiche del personale non docente appartenente ai ruoli dello stato degli istituti o scuole di istruzione primaria, secondaria ed artistica, ivi compresi le accademie di belle arti, i conservatori di musica e le accademie nazionali d'arte drammatica e di danza e delle istituzioni educative statali
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 MARZO 1985, n

Decreto del Presidente della Repubblica 7 marzo 1985, n. 588

Profili professionali delle qualifiche del personale non docente appartenente ai ruoli dello stato degli istituti o scuole di istruzione primaria, secondaria ed artistica, ivi compresi le accademie di belle arti, i conservatori di musica e le accademie nazionali d'arte drammatica e di danza e delle istituzioni educative statali.

(GU n. 256 suppl.ord. del 30/10/1985)

 

 

 

Preambolo

 

 

Il Presidente della Repubblica

 

Visti gli articoli 87 e 97 della Costituzione;

Vista la legge 11 luglio 1980, n. 312 ;

Visto l' art. 9 della legge 22 luglio 1975, n. 382 ;

Visto il Decreto del Presidente della Repubblica 31 maggio 1974, n. 420 ;

Visto il Decreto del Presidente della Repubblica 25 giugno 1983, n. 345 , recante norme risultanti dalla disciplina prevista dall'accordo del 20 aprile 1983 concernente il personale della scuola di ogni ordine e grado;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 12 settembre 1983 (registrato alla corte dei conti il 3 ottobre 1983, registro n. 8 presidenza, foglio n. 212) concernente delega di funzioni al ministro per la funzione pubblica;

Visti i decreti dei ministri della pubblica istruzione e del tesoro in data 1 ottobre 1980 e 7 luglio 1981 concernenti, rispettivamente, nomina e modificazione della commissione nazionale paritetica prevista dall' articolo 45 della legge 11 luglio 1980, n. 312 , al fine della identificazione dei profili professionali delle qualifiche del personale non docente appartenente ai ruoli dello stato degli istituti o scuole di istruzione primaria, secondaria ed artistica, ivi compresi le accademie di belle arti, i conservatori di musica e le accademie nazionali d'arte drammatica e di danza, e delle istituzioni educative statali;

Visti i verbali dei lavori della commissione paritetica e le proposte dalla stessa formulate;

Riconosciuta la necessità di approvare i profili professionali del personale di cui sopra;

Riconosciuta altresì la necessità della identificazione, nell'area delle qualifiche del personale direttivo non docente di cui all' art. 66, quarto comma, della legge 11 luglio 1980, n. 312 , di un profilo professionale del direttore amministrativo per il suo carattere di specificità non riconducibile ai profili professionali del personale di cui al titolo i della legge medesima;

Vista la deliberazione del consiglio dei ministri, adottata nella riunione del 10 gennaio 1985;

Sulla proposta del presidente del consiglio dei ministri e del ministro per la funzione pubblica, di concerto con i ministri della pubblica istruzione e del tesoro;

 

 

Emana

Il seguente decreto:

 

 

Articolo unico

 

I profili professionali delle qualifiche del personale non docente appartenente ai ruoli dello stato degli istituti o scuole di istruzione primaria, secondaria ed artistica, ivi compresi le Accademie di Belle Arti, i Conservatori di Musica e le Accademie Nazionali d'arte drammatica e di danza, e delle istituzioni educative statali sono approvati così come identificati nel testo allegato che, vistato dal ministro per la funzione pubblica, costituisce parte integrante del presente decreto.

 

Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

 

 

Dato a Roma, addì 7 marzo 1985

Pertini

Craxi, Presidente del Consiglio dei Ministri

Gaspari, Ministro per la Funzione Pubblica

Falcucci, Ministro della Pubblica Istruzione

Goria, Ministro del Tesoro

Visto, il guardasigilli: Martinazzoli

 

 

ANNESSO A

Allegato profili professionali delle qualifiche del personale non docente appartenente ai ruoli dello stato degli istituti o scuole di istruzione primaria, secondaria ed artistica, ivi compresi le accademie di belle arti, i conservatori di musica e le accademie nazionali d'arte drammatica e di danza, e delle istituzioni educative statali.

 

 

III QUALIFICA

 

Area funzionale dei servizi generali ausiliari

 

Ausiliario:

 

esegue, nell'ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzate da procedure ben definite che richiedono preparazione professionale non specialistica.

 

In particolare provvede:

 

all'apertura e alla chiusura dei locali per le attività scolastiche e per le altre attività deliberate dal consiglio di circolo o d'istituto;

 

alla quotidiana pulizia dei locali scolastici e degli arredi anche con l'ausilio di macchine semplici;

 

alla piccola manutenzione dei beni mobili e immobili che non richiede l'uso di strumenti tecnici;

 

alla sorveglianza sull'accesso e sul movimento nell'edificio del pubblico e degli studenti, nonché alla sorveglianza di questi ultimi nelle aule, nei laboratori e nelle officine in occasione di momentanee assenze degli insegnanti;

 

all'accompagnamento degli studenti in occasione del loro trasferimento dalla scuola alla palestra e viceversa se questa è ubicata fuori dell'edificio scolastico e allo accompagnamento nell'ambito delle strutture scolastiche di alunni handicappati;

 

alla manovra di montacarichi e di ascensori nonché all'accensione, all'alimentazione e allo spegnimento di apparecchiature semplici di riscaldamento e all'accensione e allo spegnimento degli impianti centralizzati per i quali non sia richiesta apposita patente;

 

al servizio di centralino telefonico e all'uso di macchine per la duplicazione di atti;

 

all'approntamento dei sussidi didattici per l'uso degli stessi da parte dei docenti;

 

a compiti di carattere materiale inerenti al servizio, compreso lo spostamento delle suppellettili all'interno;

 

a compiti esterni connessi alla mansione.

 

Nelle istituzioni educative e negli istituti e scuole speciali provvede inoltre:

 

alla pulizia e al riordino dei locali adibiti al funzionamento del convitto;

 

alla pulizia e al riordino degli spazi scoperti;

 

alle attività connesse con i servizi di mensa e di cucina con relativa pulizia e riordino delle stoviglie e delle attrezzature;

 

al prelievo e alla riconsegna della biancheria di corredo del convitto e degli alunni;

 

al trasporto di generi alimentari, suppellettili, attrezzature e di altro materiale vario necessario al convitto;

 

alla custodia e sorveglianza degli ingressi al convitto con relativa apertura e chiusura degli stessi;

 

alla guardiania dei locali e degli spazi scoperti;

 

al servizio di portineria.

 

Requisito culturale:

 

diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado.

 

Area funzionale dei servizi tecnici

 

Guardarobiere:

 

esegue, nell'ambito delle istruzioni ricevute, attività lavorativa che richiede specifica formazione professionale, conoscenza adeguata di strumenti anche complessi e capacità di utilizzazione degli stessi nonché di esecuzione di determinate procedure tecniche.

 

Tale attività è caratterizzata da autonomia nell'esecuzione del lavoro con margini valutativi nell'applicazione delle procedure suddette.

 

Ha responsabilità per le attività direttamente svolte.

 

È addetto all'organizzazione e al funzionamento del guardaroba.

 

Provvede:

 

alla custodia del materiale, nonché al lavaggio meccanizzato, alla stiratura, alla conservazione ed allo stato di efficienza del corredo degli alunni e del convitto;

 

alla rilevazione e alla determinazione periodica delle giacenze e alla registrazione delle entrate e delle uscite;

 

allo svolgimento di altri servizi, eccezionalmente anche esterni, connessi al funzionamento del guardaroba.

 

Requisito culturale:

 

diploma di qualifica specifica rilasciato da un istituto professionale alberghiero o diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado integrato da attestato di qualifica specifica, rilasciato ai sensi dell'art. 14 della legge n. 845/1978.

 

Aiutante cuoco:

 

esegue, nell'ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzate da procedure ben definite che richiedono preparazione professionale non specializzata.

 

In particolare provvede:

 

al trasporto e alla predisposizione degli alimenti occorrenti per la confezione dei pasti, collaborando altresì alla loro preparazione;

 

alle attività connesse con i servizi di mensa e cucina, con relativa pulizia e riordino delle stoviglie e delle attrezzature, utilizzando apparecchiature anche automatiche;

 

allo svolgimento di altri servizi anche esterni, connessi con il funzionamento della cucina e della mensa.

 

Requisito culturale:

 

diploma di qualifica specifica rilasciato da un istituto professionale alberghiero o diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado integrato da attestato di qualifica specifica rilasciato ai sensi dell'art. 14 della legge n. 845/1978.

 

IV QUALIFICA

 

Area funzionale dei servizi amministrativi

 

Collaboratore amministrativo:

 

esegue, nell'ambito delle istruzioni ricevute, attività lavorativa che richiede specifica formazione professionale e capacità di eseguire procedure amministrative con la utilizzazione di mezzi o strumenti anche complessi.

 

Tale attività è caratterizzata da autonomia nel lavoro con margini valutativi nella esecuzione dello stesso.

 

Ha responsabilità per le attività direttamente svolte.

 

È addetto alla predisposizione e redazione degli atti inerenti all'attività amministrativa e contabile dell'ufficio di segreteria anche con l'uso di macchine.

 

È responsabile della tenuta dell'archivio e del protocollo.

 

Ha rapporti con l'utenza ed assolve i servizi esterni connessi con il proprio lavoro.

 

Sostituisce il segretario in caso di sua assenza o impedimento.

 

Negli istituti e nelle scuole dotati di magazzino, provvede, con responsabilità diretta, alla verifica ed alla conservazione delle merci, delle derrate alimentari, nonché alla custodia del materiale di giacenza; provvede alla registrazione delle entrate e delle uscite di magazzino ed alla determinazione delle giacenze.

 

Provvede alla registrazione e alla schedatura del materiale bibliografico, ne controlla le giacenze e lo stato di conservazione e provvede alle operazioni di carico e scarico.

 

Requisito culturale-professionale:

 

diploma di qualifica professionale a indirizzo specifico (addetto alla segreteria di azienda; addetto alla contabilità di azienda) o diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado integrato da attestato di qualifica specifica rilasciato ai sensi dell'art. 14 della legge n. 845/1978.

 

Area funzionale dei servizi tecnici

 

Collaboratore tecnico:

 

esegue, nell'ambito delle istruzioni ricevute, attività lavorativa che richiede specifica formazione professionale, conoscenza adeguata di strumenti anche complessi e capacità di utilizzazione degli stessi nonché di esecuzione di determinate procedure tecniche.

 

Tale attività è caratterizzata da autonomia nell'esecuzione del lavoro con margini valutativi nell'applicazione delle procedure suddette.

 

Ha responsabilità per le attività direttamente svolte.

 

È addetto alla conduzione tecnica del laboratorio, officina o reparto di lavorazione a cui è assegnato provvedendo:

 

all'approntamento, alla conduzione, alla ordinaria manutenzione e riparazione delle macchine, degli apparecchi, dei natanti e delle altre attrezzature in dotazione dei laboratori, delle officine e dei reparti di lavorazione;

 

alla preparazione delle esercitazioni pratiche secondo il piano di studi stabilito;

 

al riordino del materiale delle esercitazioni, delle attrezzature tecniche e didattiche e del banco di lavoro;

 

al ritiro dal magazzino e alla riconsegna del materiale necessario alle esercitazioni nonché alla verifica periodica di detti materiali per le eventuali proposte di acquisto;

 

allo svolgimento di altri servizi, eccezionalmente anche esterni, connessi alla conduzione del laboratorio, officina o reparto di lavorazione.

 

Provvede inoltre:

 

alla guida degli autoveicoli per il trasporto collettivo degli alunni a scopi didattici;

 

alla guida degli automezzi per eventuali necessità di approvvigionamento e per il trasporto di derrate e materiali vari inerenti alla conduzione dell'azienda;

 

alla manutenzione ordinaria degli autoveicoli in dotazione all'istituto.

 

Alle attività suddette debbono essere destinati collaboratori tecnici in possesso delle specifiche patenti.

 

Nelle aziende agrarie svolge, altresì, quelle attività che richiedono particolare conoscenza tecnica a seconda delle caratteristiche di ogni singola azienda (floricoltura, zootecnica, ecc.).

 

Requisito culturale:

 

diploma di qualifica di istituto professionale a indirizzo specifico o diploma di maestro d'arte a indirizzo specifico o diploma d'istituto di istruzione secondaria di primo grado integrato da attestato di qualifica specifica rilasciato ai sensi dell'art. 14 della legge n. 845/1978.

 

Infermiere:

 

esegue, nell'ambito delle istruzioni ricevute, attività lavorativa che richiede specifica formazione professionale, conoscenza adeguata di strumenti anche complessi e capacità di utilizzazione degli stessi nonché di esecuzione di determinate procedure tecniche.

 

Tale attività è caratterizzata da autonomia nell'esecuzione del lavoro con margini valutativi nell'applicazione delle procedure suddette.

 

Ha responsabilità per le attività direttamente svolte.

 

È addetto, nell'ambito della normativa vigente in materia sanitaria e dell'ordinamento dell'attività paramedica, alla organizzazione ed al funzionamento dell'infermeria.

 

Provvede alla conservazione del materiale di pronto soccorso e dei medicinali di uso comune; pratica le terapie prescritte.

 

Requisito culturale:

 

diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado e diploma di infermiere generico.

 

Cuoco:

 

esegue, nell'ambito delle istruzioni ricevute, attività lavorativa che richiede specifica formazione professionale, conoscenza adeguata di strumenti anche complessi e capacità di utilizzazione degli stessi nonché di esecuzione di determinate procedure tecniche.

 

Tale attività è caratterizzata da autonomia nell'esecuzione del lavoro con margini valutativi nell'applicazione delle procedure suddette.

 

Ha responsabilità per le attività direttamente svolte.

 

È addetto alla organizzazione ed alla conduzione dei servizi di cucina.

 

Provvede:

 

alla preparazione dei cibi per i pasti quotidiani sulla base delle tabelle dietetiche;

 

al controllo della qualità delle derrate alimentari ed alla vigilanza delle condizioni igieniche della cucina;

 

allo svolgimento di altri servizi, eccezionalmente anche esterni, connessi al funzionamento della cucina.

 

Collabora alla organizzazione dei servizi di mensa.

 

Requisito culturale-professionale:

 

diploma di qualifica specifica rilasciato da un istituto professionale alberghiero o diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado integrato da attestato di qualifica specifica rilasciato ai sensi dell'art. 14 della legge n. 845/1978.

 

V QUALIFICA

 

Area funzionale dei servizi amministrativi

 

Coordinatore amministrativo:

 

esegue attività lavorativa complessa che richiede specifica preparazione professionale e conoscenza delle procedure amministrativo-contabili e tecniche.

 

Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella predisposizione e nell'attuazione degli atti contabili, di ragioneria, di economato e nell'organizzazione del lavoro di segreteria.

 

Nell'ambito di direttive di massima ha autonomia e responsabilità connesse alla elaborazione degli atti amministrativi, al funzionamento dell'ufficio di segreteria, alla vigilanza delle unità sottordinate ed al coordinamento delle attività del personale amministrativo e dei servizi generali ausiliari.

 

Cura la tenuta e la conservazione dei registri e degli atti inerenti l'attività amministrativa, contabile e patrimoniale.

 

Ha rapporti con l'utenza e tratta nel merito i problemi prospettati nell'ambito del proprio settore di competenza; ha rapporti con l'esterno per l'espletamento delle attività connesse con il funzionamento dei servizi di segreteria.

 

Firma con il capo d'istituto tutti i certificati, gli estratti di registro e le copie di documenti; firma, con il presidente della giunta esecutiva del consiglio di circolo o di istituto o, nelle istituzioni in cui non vi sia consiglio di istituto, del consiglio di amministrazione, i titoli di spesa e gli ordini di incasso e ogni altro atto secondo quanto previsto dalla normativa.

 

Ha conoscenza del funzionamento e dell'uso di apparecchiature e di procedure semplici per l'elaborazione automatica dei dati.

 

Fa parte di diritto della giunta esecutiva e, nelle istituzioni in cui non vi sia il consiglio di istituto, del consiglio di amministrazione, svolgendo nei predetti organi collegiali anche la funzione di segretario.

 

Requisito culturale:

 

diploma di ragioniere e perito commerciale, diploma di ragioniere, perito commerciale e programmatore, diploma di ragioniere e perito commerciale (sezione commercio con l'estero), rilasciato dagli istituti tecnici commerciali; diploma di analista contabile, diploma di operatore commerciale, rilasciati dagli istituti professionali per il commercio.

 

Coordinatore amministrativo dei conservatori di musica, delle accademie di belle arti e delle accademie nazionali di arte drammatica e di danza:

 

esegue attività lavorativa complessa che richiede specifica preparazione professionale e conoscenza delle procedure amministrativo-contabili e tecniche.

 

È consegnatario dei beni mobili in dotazione all'istituto.

 

Nell'ambito delle direttive ricevute dal direttore amministrativo, ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella predisposizione degli atti contabili, di ragioneria, di economato e nella organizzazione del lavoro di segreteria, nonché nella elaborazione degli altri atti amministrativi, nella vigilanza e nel coordinamento delle attività del personale amministrativo e dei servizi generali ausiliari.

 

Cura la tenuta e la conservazione dei registri e degli atti inerenti l'attività amministrativa, contabile e patrimoniale.

 

Ha rapporti con l'utenza e tratta nel merito i problemi prospettati nell'ambito del proprio settore di competenza; ha rapporti con l'esterno per l'espletamento delle attività connesse con il funzionamento dei servizi di segreteria.

 

Ha conoscenza del funzionamento e dell'uso di apparecchiature e procedure semplici per l'elaborazione automatica dei dati.

 

Requisito culturale:

 

diploma di ragioniere e perito commerciale, diploma di ragioniere, perito commerciale e programmatore, diploma di ragioniere e perito commerciale (sezione commercio con l'estero), rilasciati dagli istituti tecnici commerciali; diploma di analista contabile, diploma di operatore commerciale, rilasciati dagli istituti professionali per il commercio.

 

VIII QUALIFICA

 

Area funzionale dei servizi amministrativi

 

direttore amministrativo dei conservatori di musica delle accademie di belle arti e delle accademie nazionali d'arte drammatica e di danza:

 

esegue attività lavorativa complessa, avente anche rilevanza esterna, che richiede formazione universitaria.

 

Nell'ambito di direttive generali e con responsabilità diretta, sovrintende ai servizi amministrativi e contabili.

 

Ha autonomia operativa e facoltà di decisione e di proposta per il conseguimento di obiettivi assegnati.

 

È funzionario delegato.

 

Provvede all'esecuzione delle delibere del consiglio di amministrazione e firma, congiuntamente al presidente del consiglio medesimo, tutti i documenti contabili concernenti la gestione autonoma dell'istituzione; firma, inoltre, tutti gli atti di sua competenza. Ha alle dirette dipendenze il personale amministrativo e dei servizi generali ausiliari.

 

Risponde al direttore dell'istituzione del funzionamento dei servizi di segreteria e dell'attuazione delle norme legislative e regolamentari.

 

Possono essergli affidati, nell'ambito degli istituti di istruzione artistica, incarichi ispettivi.

 

Requisito culturale:

 

diploma di laurea in giurisprudenza o in scienze politiche, sociali e amministrative o in economia e commercio o in scienze coloniali e marittime.

 

Criteri generali in ordine alle qualifiche ed ai profili professionali

 

Ai fini di una migliore utilizzazione delle strutture il personale inquadrato nei profili professionali delle diverse qualifiche integra, ove ricorrano particolari ed inderogabili esigenze di servizio, le proprie mansioni o funzioni con quelle del profilo immediatamente inferiore della stessa area funzionale nell'ambito della unità operativa cui è assegnato, nel rispetto della prevalenza di svolgimento delle mansioni proprie del profilo di appartenenza.

 

 

IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA

GASPARI

Scadenze di: dicembre 2022
<>