Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Docenti sospesi dai presidi fino a 10 giorni: Aran vuole che la legge Brunetta entri nel contratto. Sindacati contrari: serve un organo terzo

Docenti sospesi dai presidi fino a 10 giorni: Aran vuole che la legge Brunetta entri nel contratto. Sindacati contrari: serve un organo terzo

Argomenti trattati: Aran, docenti,
Serafini: La sanzione disciplinare della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione deve restare materia dell'Ufficio dei Procedimenti Disciplinari presso gli Uffici scolastici regionali.

Docenti sospesi dai presidi fino a 10 giorni, l’Aran vuole che la legge Brunetta entri nel contratto. Sindacati contrari: serve un organo terzo

La Tecnica della Scuola - 21/05/2024

Continua a fare discutere l’ipotesi di modifica della norma contrattuale che conferisce all’Ufficio scolastico regionale la gestione dei procedimenti disciplinari del personale docente: nei giorni scorsi, in occasione dell’avvio della sequenza contrattuale agganciata al Ccnl 2019/21 firmato lo scorso 18 gennaio, l’Aran ha ribadito ai sindacati la volontà di volere dare la possibilità ai dirigenti scolastici di irrogare sanzioni fino a 10 giorni. I rappresentanti dei lavoratori hanno espresso tutta la loro contrarietà.

E adesso spiegano i motivi all’Ansa. “La sanzione disciplinare della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione – ha detto Elvira Serafini, segretaria generale dello Snals – deve restare materia dell’Ufficio dei Procedimenti Disciplinari presso gli Uffici scolastici regionali, corrispondentemente a quanto accade negli altri settori pubblici dove le sanzioni più gravi sono di competenza di organi esterni e superiori. La competenza disciplinare del dirigente scolastico deve essere limitata solo alla violazione degli obblighi di ufficio e non deve essere esercitata per fare rilievi sulle attività di insegnamento e educative. Diventa semmai necessario individuare un Organismo di Garanzia per la tutela dei principi costituzionali relativi alla libertà di insegnamento”.

Per lo Snals, “non è accettabile che confluiscano nello stesso soggetto (il preside) più poteri: accertare i fatti, raccogliere le testimonianze, avviare il procedimento disciplinare formulando i capi di accusa, sentire le varie parti coinvolte all’interno del contraddittorio e, all’esito dello stesso, irrogare la sanzione ovvero archiviare il procedimento”.   …

 

Le dichiarazioni del Segretario Generale SNALS-Confsal, Elvira Serafini, sono state pubblicate da La Tecnica della Scuola al link: https://www.tecnicadellascuola.it/docenti-sospesi-dai-presidi-fino-a-10-giorni-laran-vuole-che-la-legge-brunetta-entri-nel-contratto-sindacati-contrari-serve-un-organo-terzo

Scadenze di: luglio 2024