Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > LO SNALS CONFSAL INCONTRA IL MINISTRO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: ORA OCCORRE RINNOVARE I CONTRATTI DI LAVORO

LO SNALS CONFSAL INCONTRA IL MINISTRO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: ORA OCCORRE RINNOVARE I CONTRATTI DI LAVORO

Argomenti trattati: Snals.Confsal, Contratto Scuola,
Serafini: Serve investimento straordinario su organici docenti e ATA. Garantire la continuità didattica per contrastare la dispersione scolastica.

LO SNALS CONFSAL INCONTRA IL MINISTRO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: ORA OCCORRE RINNOVARE I CONTRATTI DI LAVORO

Il 19 ottobre lo Snals Confsal ha partecipato con il Segretario Generale, Elvira Serafini, all’incontro presso Palazzo Vidoni con il Ministro della Pubblica Amministrazione, Sen. Paolo Zangrillo, sui recenti provvedimenti collegati alla legge di bilancio per il 2024.

In apertura dell’incontro il Ministro Zangrillo ha illustrato le principali novità contenute nel decreto-legge collegato alla legge finanziaria 2024 in materia economica e fiscale e a tutela del trattamento economico dei pubblici dipendenti.

In tal senso il Ministro ha preannunciato un significativo stanziamento destinato ai contratti dei pubblici dipendenti, per cui nel complesso le retribuzioni subiranno un incremento di circa il 6%.

In attesa degli aumenti legati ai rinnovi, è stata incrementata di circa 7 volte l'indennità di vacanza contrattuale per l’anno 2023.

Ci sembra più che positiva la conferma della riduzione del cuneo contributivo e fiscale.

Il rinnovo dei contratti del pubblico impiego e del Comparto istruzione e Ricerca è atteso da milioni di lavoratori che hanno subito negli ultimi anni una grave erosione del potere d’acquisto dei loro stipendi.

Lo Snals Confsal ha sollecitato l’avvio del confronto per la definizione del nuovo atto di indirizzo e delle trattative per il rinnovo del CCNL del Comparto Istruzione e Ricerca per il triennio 22-24. Tra l’altro abbiamo segnalato che resta ancora da stipulare il contratto per l’area 5°, scaduto da cinque anni e che interessa migliaia di dirigenti scolastici e il personale dirigenziale delle Università e degli enti di ricerca.

In direzione di quanto auspicato dallo Snals Confsal di un investimento straordinario sugli organici docenti e ATA, per eliminare definitivamente il lavoro precario e la mancanza di personale stabile, per il prossimo anno si prospettano 170 mila assunzioni nel Pubblico Impiego.

Nella manovra, inoltre, per l’edilizia universitaria è stato istituito un fondo, nello stato di previsione del Ministero dell’università e della ricerca, finalizzato a sostenere gli studenti della formazione superiore e a incrementare la disponibilità di alloggi e posti letto per gli studenti fuori sede, grazie alla rimodulazione del target M4C1-28 - Riforma 1.7 del PNRR.

Registriamo, infine, una grande vittoria dello Snals Confsal per lo stanziamento di nuove risorse per gli enti di ricerca non vigilati dal MIUR. Infatti, grazie alla nostra lotta incessante il Governo, nell’ambito della manovra finanziaria per il 2024, stanzierà tra i 400 e i 500 milioni di euro.

Confidiamo nell’azione del Governo per il miglioramento della qualità dell’offerta formativa e dell’insegnamento con investimenti che restituiscano all’istruzione il ruolo di strumento di crescita personale e di emancipazione sociale.

Nell’attesa dell’emanazione degli atti di indirizzo, Lo Snals Confsal ha confermato quindi la propria disponibilità al confronto costruttivo per l’adozione di scelte innovative nella pubblica amministrazione in un’ottica di tutela dei diritti dei pubblici dipendenti e dei lavoratori della scuola.

 

Le dichiarazioni del Segretario Generale SNALS-Confsal, Elvira Serafini, sono state riprese da  Orizzonte Scuola e pubblicate al link https://www.orizzontescuola.it/snals-confsal-incontra-il-ministro-zangrillo-serafini-ora-occorre-rinnovare-i-contratti-serve-investimento-straordinario-su-organici-docenti-e-ata/

Scadenze di: luglio 2024