Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Incontro con il Ministro Valditara su PNRR, istruzione professionale e riorganizzazione della rete scolastica

Incontro con il Ministro Valditara su PNRR, istruzione professionale e riorganizzazione della rete scolastica

Lo Snals Confsal ha chiesto di conoscere la nuova proiezione dei dati in ragione della situazione venutasi a creare. Continuiamo a ritenere che la riduzione del servizio scolastico non trova una valida motivazione nei modesti risparmi di spesa previsti dalla legge di bilancio

Il 31 maggio si è svolto presso il Ministero dell’istruzione e del merito il previsto incontro con il Ministro Valditara sullo stato di attuazione del PNRR. Al centro dell’incontro anche la riorganizzazione della rete scolastica prevista dal PNRR e dalla legge di bilancio per il 2023 e un percorso sperimentale dell’istruzione professionale. Per l’amministrazione oltre al Ministro erano presenti il Capo di Gabinetto dott Recinto, i Capi Dipartimento Jacopo Greco e Carmela Palumbo e il Direttore generale Montesarchio.

Il Ministro in apertura dell’incontro ha illustrato le linee generali del percorso sperimentale di istruzione professionale per il quale è prevista l’adesione volontaria E una serie di condizioni di cui daremo conto non appena avremo il documento ministeriale.

Sulle risorse del PNRR riteniamo necessario aprire un confronto sulla ripartizione delle risorse, sul ruolo dei centri di formazione territoriale e sulle procedure con le quali verranno investiti di nuove funzioni. La materia dei criteri di ripartizione delle risorse per la formazione rientra tra quelle debolite alla contrattazione integrativa. Abbiamo segnalato che esiste il rischio concreto che molte scuole non riusciranno a utilizzare tutte le risorse assegnate e che ci sarebbe bisogno di ulteriore supporto e di una maggiore semplificazione delle procedure amministrative.

Ci è stato comunicato che ci sarà una proroga al 31 luglio per la scelta dei fornitori e l’anticipo del 50% delle somme assegnate.

Sulla governance del PNRR Il DL 13 del 2023 ha introdotto un nuovo sistema di governance per il quale sono previsti cambiamenti anche in tutte quelle amministrazioni centrali titolari di interventi del Pnrr. A queste infatti è data la possibilità, tramite regolamento, di riorganizzare la struttura preposta alle attività di gestione monitoraggio e controllo degli interventi previsti dal Pnrr. Abbiamo chiesto di conoscere lo stato della riorganizzazione della struttura dedicata al PNRR nel MIM , la comunicazione dei poteri sostitutivi dei commissari ad acta e la proroga delle equipe formative territoriali.

Sul dimensionamento il Capo di Gabinetto ha preannunciato che , in mancanza di accordo in sede di conferenza unificata Stato Regioni, si procederà con un atto unilaterale che consentirà di mantenere inalterato il numero delle scuole per i prossimi due anni scolastici.

Con la revisione dei parametri per il conferimento della personalità giuridica delle scuole a 900 e fino a 1000 alunni, si avrebbe una riduzione del numero delle autonomie scolastiche che scenderebbe, secondo le proiezioni contenute nella relazione tecnica allegata alla legge di bilancio per il 2023, dalle attuali 7519 a 6886 nel 2032.

Lo Snals Confsal ha chiesto di conoscere la nuova proiezione dei dati in ragione della nuova situazione venutasi a creare. Continuiamo a ritenere che la riduzione del servizio scolastico non trova una valida motivazione nei modesti risparmi di spesa previsti  dalla legge di bilancio.

Scadenze di: maggio 2024