Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Profili relativi al funzionamento e alla modifica di elementi del sistema informatizzato per la gestione delle supplenze (INS)

Profili relativi al funzionamento e alla modifica di elementi del sistema informatizzato per la gestione delle supplenze (INS)

Argomenti trattati: supplenze, INS,
Rimangono ferme le posizioni dello SNALS Confsal riguardo alla mancata pubblicazione in tempo utile delle sedi disponibili, prima del conferimento nomine. Si è evidenziato che le sedi non solo non vengono pubblicate, ma spesso neanche inserite per le elaborazioni della prima fase.

In data 8 febbraio si è tenuto presso il Ministero dell'Istruzione e del Merito un incontro avente per oggetto "profili relativi al funzionamento e alla modifica di elementi del sistema informatizzato per la gestione delle supplenze (INS)". Nel corso dell'incontro il dott. Volonte', per conto della parte pubblica, ha elencato le sostanziali modifiche recepite dall'Amministrazione  tendenti a migliorare il servizio di gestione informatizzata delle supplenze, caratterizzato sino ad ora da una serie di disservizi in grado di generare difficoltà nella gestione delle stesse, malcontento e contenzioso. Le modifiche riguarderanno sia la presentazione delle istanze da parte degli interessati che l'elaborazione delle stesse. Per quanto riguarda le istanze sarà data la possibilità di chiedere espressamente le sedi isolane, così come si poteva fare per le sedi ospedaliere, carcerarie, etc . Per quello che riguarda la scelta degli spezzoni, in un'ottica di semplificazione, si potrà indicarli senza essere costretti a specificare ogni volta il minimo ed il massimo di ore richiesto. Sarà il sistema a tendere ad assegnare il maggior numero di ore possibili salvo diversa indicazione dell'istanza, che renderà tale indicazione possibile ma non obbligatoria. Ci sarà la possibilità, ad istanza chiusa,  prima dell'elaborazione delle supplenze, di manifestare la volontà di non partecipare all'assegnazione degli incarichi. Purtroppo non è stata recepita la richiesta, fatta in più occasioni, di inserire la preferenza sintetica "Provincia", che avrebbe semplificato e velocizzato la presentazione delle istanze dei docenti meno graduati o con molte classi di concorso (per i quali non sono sufficienti le 150 preferenze). Dal punto di vista dell'elaborazione delle istanze si è finalmente ottenuto che il trattamento delle RISERVE e delle PRECEDENZE sia gestito nella specifica fascia di appartenenza.

Il diritto al completamento dei  docenti destinatari del solo spezzone (perché non disponibile un posto intero al momento del loro turno in graduatoria) sarà gestito dal sistema operativo nella fase successiva e non manualmente dagli uffici territoriali, come accaduto sino ad ora. Rimangono ferme le posizioni del nostro sindacato riguardo alla mancata pubblicazione in tempo utile delle sedi disponibili, prima del conferimento nomine. Si è evidenziato che le sedi non solo non vengono pubblicate, ma spesso neanche inserite per le elaborazioni della prima fase. Tale situazione ha danneggiato sino ad ora i docenti meglio graduati, spesso penalizzati con attribuzioni di spezzoni o addirittura saltati perché le sedi indicate, seppur disponibili, non sono state inserite in tempo utile. Si è invitato pertanto l'Amministrazione a rivedere la tempistica del conferimento degli incarichi. In considerazione dell'effettiva data di inizio delle lezioni, far partire il primo settembre l'elaborazione della piattaforma priva i docenti meglio graduati della possibilità di essere assegnati a sedi che si rendono disponibili solo il primo settembre e sono comunicate con ritardo agli uffici dalle istituzioni scolastiche.

Si pubblicherà successivamente un approfondimento dettagliato delle tematiche trattate inerenti alla gestione supplenze.

 

Scadenze di: aprile 2024