Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Pensionati 1.09.2021 - Anticipo Buonuscita

Pensionati 1.09.2021 - Anticipo Buonuscita

Problematiche

Alcuni pensionati dall’1.09.2021 segnalano difficoltà relative alla riscossione dell’anticipo della buonuscita; tra questi alcuni andati in pensione con quota 100 che, se pur consapevoli del minore importo pensionistico che questa decisione comportava andando in pensione con un’anzianità contributiva ridotta, contavano sull’anticipo della buonuscita per realizzare progetti di vita già programmati.

Nostri iscritti neopensionati hanno chiesto on line alla sede Inps competente la quantificazione del TFS/TFR al fine di ottenere la certificazione da parte dell’Inps da presentare alla Banca Cessionaria per ottenere l’anticipo (prestito agevolato) fino a € 45.000 netti.

Gli interessati, dopo la richiesta, hanno ricevuto dall’Inps:

  1. conferma attestante l’arrivo della richiesta di certificazione TFS/TFR alla sede Inps competente;
  2. copia della mail inviata dall’Inps all’ultima scuola di titolarità affinchéprovvedesse “quanto prima ad inviare alla stessa sede Inps la comunicazione di cessazione ai fini del TFS, oppure il mod. TFR1, comunicazione senza la quale l’Inps non è in grado di emettere la Certificazione TFS/TFR”.

(Nota:- Se l’interessato è in regime di TFS, la scuola deve utilizzare la funzione telematica “Comunicazione cessazione ai fini del TFS” e sistemare “l’ultimo miglio” con Nuova Passweb;

- Se l’interessato è in regime di TFR, la scuola deve inviare con PEC alla sede Inps competente il modello cartaceo “T.F.R./1”)

A questo punto gli interessati hanno contattato la propria scuola per sollecitarla ad evadere la richiesta dell’Inps, ottenendo spesso risposte che preannunciavano ritardi di due o tre mesi nell’invio all’Inps della documentazione necessaria a causa degli eccessivi carichi di lavoro.

Dopo queste risposte, che ritarderebbero il pagamento dell’anticipo della buonuscita, molti iscritti si sono rivolti alle nostre sede sindacali per avere chiarimenti e delucidazioni per evitare ritardi eccessivi nel pagamento dell’anticipo richiesto.

Considerato che, per “esigenze e necessità personali”, costoro hanno urgente bisogno di ottenere quanto loro spettante e nei termini previsti, si fa presente che:

Il messaggio Inps n. 3400 del 20.09.2019, la circolare Min. Istruzione n. 36103 del 13.11.2020 e l’art. 26 del D.P.R. 1032/73 riportano, le procedure da utilizzare, la competenza nonché il termine massimo di 15 giorni dalla data di cessazione dal servizio per assolvere a tali competenze.

Per approfondimenti rivolgersi alle nostre sedi Snals al link https://www.snals.it/struttura-territoriale.snals

Scadenze di: settembre 2021