Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Organici Dirigenti Scolastici. Incontro al MI del 6 maggio 2021

Organici Dirigenti Scolastici. Incontro al MI del 6 maggio 2021

Argomenti trattati: Dirigenti Scolastici, Incarichi, CCNL,
Sollecitiamo l'Amministrazione ad avviare nel più breve tempo possibile il confronto sul conferimento degli incarichi dirigenziali e a riprendere le trattative per la stipula del primo contratto integrativo nazionale successivo al CCNL 2016/2018

Si è tenuto, il 6 maggio, il previsto incontro presso il MI tra le OO.SS. rappresentative dell’area e l’amministrazione, rappresentata dal Dott. Filippo Serra, sugli organici per il prossimo anno scolastico.

Lo Snals-Confsal ha posto diversi quesiti ma abbiamo dovuto riscontrare l’indisponibilità dell’amministrazione a trovare una soluzione che vada incontro alle legittime aspirazioni dei dirigenti scolastici.

La deroga inserita in legge di bilancio per il 2021 per il mantenimento della personalità giuridica delle scuole con numero di alunni pari almeno a 500 intende, a nostro parere, garantire la personalità giuridica piena a tali istituzioni scolastiche ed assicurare che ad esse siano preposti dirigenti scolastici titolari e a tempo indeterminato. Restiamo ancora tra l’altro in attesa che l’Amministrazione ci comunichi gli esiti dell’interlocuzione politica assicurata durante l’incontro del 16 aprile scorso e finalizzata all’estensione della previsione normativa almeno al triennio 2021/22, 2022/23 e 2023/24.

A fronte dell’emergere nei vari USR di atteggiamenti diversi e differenziati in ordine alle modalità di gestione dei posti vacanti ai fini dell’attribuzione degli incarichi dirigenziali infra regionali ed interregionali, chiediamo all’amministrazione di fornire indicazioni omogenee alle direzioni regionali raccomandando trasparenza nella diffusione delle sedi disponibili e l’utilizzazione di tutti i posti riconducibili alle scuole normodimensionate, escludendo qualsivoglia accantonamento preventivo.

A nostro parere, i posti relativi alle scuole che beneficiano della deroga posta nella legge di bilancio per il 2021, vanno interamente considerati nella base di calcolo della percentuale da destinare alla mobilità interregionale.

Resta per noi irrisolto il dubbio circa l’utilizzo delle risorse stanziate in legge di bilancio per la deroga in parola laddove, a fronte della relazione tecnico-finanziaria allegata alla stessa, non si desse corso alla copertura dei posti oggetto di deroga con contratti a tempo indeterminato bensì con il ricorso alle reggenze.

Le esigenze dei dirigenti scolastici in servizio fuori regione rappresentano un’emergenza per la categoria e l’amministrazione deve trovare una soluzione urgente e non più rinviabile ai loro problemi.

Sollecitiamo, quindi, l’amministrazione ad avviare nel più breve tempo possibile il confronto sul conferimento degli incarichi dirigenziali e a riprendere le trattative per la stipula del primo contratto integrativo nazionale successivo al CCNL 2016/2018.

Scadenze di: agosto 2021