Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > La Confsal incontra la Ministra Dadone. Accolte le proposte

La Confsal incontra la Ministra Dadone. Accolte le proposte

Argomenti trattati: istruzione, Formazione,
Margiotta (Confsal): E’ urgente realizzare un progetto per i giovani, oggi.
Serafini (SNALS): Istruzione e formazione, leve della rinascita economica e sociale, per dare un futuro alle nuove generazioni

 LA CONFSAL INCONTRA LA MINISTRA DADONE  -  ACCOLTE LE PROPOSTE

 

Margiotta (Confsal):  “E’ urgente realizzare un progetto per i giovani, oggi”

 

Serafini (SNALS):  “Istruzione e formazione, leve della rinascita economica e sociale,
per dare un  futuro alle nuove generazioni”

 

Roma, 16 aprile –si è svolto stamane un proficuo incontro tra il ministro Fabiana Dadone, titolare delle politiche giovanili e la Confederazione dei sindacati autonomi. La delegazione Confsal, composta da Elvira Serafini, Segretario Generale Snals e dal Segretario Nazionale Confsal, Rosalba La Fauci, ha prospetto al Ministro strategie e proposte a favore dei giovani.

La Confsal – ha esordito Serafini – in questi anni ha dimostrato di saper ideare e realizzare progetti concreti per i giovani, di formazione e di stimolo all’imprenditorialità, così come di innovazione sociale.  Confsal e Snals lavoreranno all’unisono su un progetto che accenderà un faro sul mondo giovanile, sulla scuola e sullo sport che è in grado di accrescere l’autostima dei ragazzi, favorire la socializzazione e influire sul loro apprendimento, oltre ad apportare benefici fisici. A tal riguardo, Serafini ha prospettato l’esigenza di un coordinamento interministeriale col dicastero dell’Istruzione per rilanciare lo sport come punto di forza della formazione dei giovani, orientando in tal senso le risorse a disposizione.”

“Purtroppo i rapporti dell’OCSE - ha continuato il Segretario Serafini - fotografano una situazione molto preoccupante del sistema scolastico e del mondo giovanile: aumento del lavoro minorile, della dispersione scolastica e del fenomeno NEET.

Sono quindi necessarie politiche mirate, investimenti seri, per eliminare quei fattori che impediscono alla scuola, all’università e alla ricerca di svolgere pienamente la loro funzione istituzionale di qualificare l’offerta formativa.”

Nel più ampio contesto delle politiche giovanili, la Confsal presenterà, in un prossimo Convegno, un articolato progetto, un insieme di proposte, che affrontano questioni e problematiche che attanagliano le nuove generazioni.

 

La ministra Dadone si è mostrata molto interessata alle proposte che la Confsal rivolge ai giovani, dichiarando piena disponibilità al confronto e a lavorare “insieme”, nel solco di un proficuo rapporto di collaborazione che esce molto rafforzato dall’incontro odierno.

Scadenze di: maggio 2022