Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Schema D.M. sulle Disposizioni per la costituzione degli elenchi aggiuntivi alle graduatorie provinciali per le supplenze

Schema D.M. sulle Disposizioni per la costituzione degli elenchi aggiuntivi alle graduatorie provinciali per le supplenze

Parere CSPI approvato nella seduta plenaria n. 53 del 16/02/2021

Parere sullo schema di decreto del Ministro dell’Istruzione recante "Disposizioni inerenti la costituzione degli elenchi aggiuntivi alle graduatorie provinciali per le supplenze del personale docente ed educativo, in applicazione dell’articolo 10 dell’Ordinanza del Ministro dell’istruzione 10 luglio 2020, n. 60 e disposizioni concernenti gli elenchi dei docenti della scuola primaria e dell’infanzia per l’attribuzione di contratti di supplenza presso i percorsi a metodo Montessori, Pizzigoni, Agazzi", approvato nella seduta plenaria n. 53 del 16/02/2021.

 

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione - nelle more della costituzione degli elenchi aggiuntivi alle Graduatorie provinciali per le supplenze (GPS), previsti dall’art. 10 dell’Ordinanza Ministeriale n. 60 del 10 luglio 2020 – ha valutato in maniera positiva il riconoscimento, a chi si abilita o si specializza nel sostegno, di un accesso prioritario alle supplenze rispetto alla seconda fascia GPS o alla terza fascia delle graduatorie d’istituto (GI).

Il Consiglio ha rilevato, altresì, che si tratta di una procedura che consentirà l’accesso nel sistema scolastico di personale qualificato che ha conseguito l’abilitazione per i posti comuni, la specializzazione per il sostegno e la specializzazione didattica Montessori, Pizzigoni e Agazzi, per i posti più carenti in organico come quelli per il sostegno e di differenziazione didattica.

Il CSPI ha ritenuto importante rendere disponibile al più presto, sul sistema POLIS, l’accesso alla domanda poiché consentirebbe a coloro che hanno già conseguito la laurea in Scienze della Formazione Primaria di inserirsi negli elenchi aggiuntivi, oltre a rappresentare la medesima possibilità per tutti coloro che conseguiranno il titolo entro i termini previsti dal presente provvedimento.

Il Consiglio ha evidenziato l’esigenza di novellare l’art. 142 del D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297 (Testo Unico), in quanto l’attuale formulazione riporta disposizioni riguardanti esclusivamente il metodo Montessori nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria. Con la statizzazione delle sezioni a metodo Montessori avvenuta con la legge n. 46/1987, peraltro, i primi due commi risultano superati, in quanto si riferiscono al funzionamento in via sperimentale delle sezioni e classi gestite dall’Opera Nazionale Montessori.

Inoltre, l’ultimo comma del medesimo art. 142, secondo il CSPI, prescrive che il personale docente da assegnare alle sezioni e classi ad indirizzo Montessori sia dotato di apposita specializzazione e nulla si dice, né in questo articolo né in altre norme di rango primario, dei metodi di differenziazione didattica Agazzi nella scuola dell’infanzia e Pizzigoni nella scuola primaria.

Infine, il Consiglio Superiore ha evidenziato che in alcune scuole, a seguito di diversi Decreti Ministeriali, è in fase di realizzazione una sperimentazione di scuola secondaria di primo grado ad indirizzo Montessori, ex art. 11 del dPR 275/99. Tale innovazione non ancora ordinamentale produce una difficoltà di avere docenti specializzati sia per la predisposizione dell’organico sia per l’assegnazione dei docenti. In relazione a quanto disciplinato dal presente decreto, pertanto, il CSPI ha proposto che anche i docenti di scuola secondaria di primo grado già iscritti nelle GPS di prima fascia e nelle correlate GI possano dichiarare il possesso dei “titoli di formazione per il metodo Montessori” rilasciati dall’Opera Nazionale Montessori al fine della costituzione di un elenco aggiuntivo degli aspiranti già presenti in GPS.

Si rimanda al testo per le proposte e le osservazioni formulate.

Scadenze di: marzo 2021