Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Dirigenti Scolastici - FUN 2017/18 e 2018/19 - Incontro al Ministero

Dirigenti Scolastici - FUN 2017/18 e 2018/19 - Incontro al Ministero

Lo SNALS-Confsal ha fatto presente che, pur condividendo la decisione di chiudere velocemente la questione 2017/18 e 2018/19, la categoria della dirigenza scolastica è l'unica in Italia, ed in Europa, che non riesce ad avere certezze della propria retribuzione

L’incontro da remoto, svoltosi il 17 novembre, alla presenza del Dott. Greco, è stato finalizzato all’informativa sull’utilizzo delle risorse straordinarie, per complessivi 13 milioni di euro, destinate a risolvere le sofferenze sul FUN relativo agli anni scolastici 2017/18 e 2018/19.

Il fondo aggiuntivo è stato reso possibile dall’art 230bis, comma 3, del DL 34/20. Lo stanziamento ha carattere provvisorio e quindi non alimenta in via ordinaria il FUN ed è stato distribuito tra gli USR in ragione di una definitiva rilevazione delle incapienze registrate.

La ripartizione proposta consente di evitare riduzione della retribuzione di posizione parte variabile ma non di soddisfare del tutto le esigenze economiche per la retribuzione di risultato. E’ ancora in attesa la certificazione definitiva del FUN 2018/2019.

Lo SNALS-Confsal ha fatto presente che, pur condividendo la decisione di chiudere velocemente la questione 2017/18 e 2018/19, la categoria della dirigenza scolastica è l’unica in Italia, ed in Europa, che non riesce ad avere certezze della propria retribuzione e che deve addirittura lottare per non vedersi ridurre quanto già percepito.

A fronte di tutto questo, vi è l’ulteriore problema che la finanziaria 2020 non destina risorse sul FUN 2019/20 sufficienti per evitare un arretramento delle posizioni stipendiali. Abbiamo chiarito che, in siffatta circostanza, dovremmo chiamare la categoria alla mobilitazione, stanchi di promesse non mantenute. Anche le altre sigle hanno ribadito le medesime posizioni.

Il Dott. Greco, pur riconoscendo le criticità segnalate, ha ribadito che per risolverle sono necessari interventi politici di primo livello, garantendo la massima sensibilità del Ministero sulle questioni poste.

Scadenze di: dicembre 2020