Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Estero: Incontro al MAECI

Estero: Incontro al MAECI

Comunicato Unitario

A seguito della richiesta inoltrata il 25 luglio dallo Snals e dalle altre OO.SS. firmatarie del contratto, in merito alla questione dell'IISO di Asmara, si è effettuato il 6 c.m. un incontro al MAECI. Ha aperto i lavori il Ministro Vellano che ha aggiornato la situazione evidenziando le misure prudenziali che il nostro corpo diplomatico sta affrontando e le ultime iniziative a livello politico intraprese che, a tutt'oggi, non hanno avuto alcun riscontro da parte eritrea. Successivamente ha informato che, fra non molto, usciranno due decreti interministeriali, uno per la revisione del contingente e l'altro riguardante la sospensione dell'attività sine die. A completamento dell'intervento del Ministro Vellano, il Consigliere Nocella ha comunicato che l'Amministrazione è in attesa del nulla osta del Gabinetto per la revisione del contingente per i posti dell'IISO di cui 14 posti rimarranno vacanti per l'avvio dell'anno scolastico.

Considerata la complessità delle problematiche scaturite per il ricollocamento del personale e della mobilità dello stesso, lo Snals e gli altri Sindacati hanno chiesto che, in tempi brevi, vengano avviati due tavoli di lavoro sulla rimodulazione del contingente e sulla mobilità d'ufficio. Ciò si rende necessario al fine di garantire una maggiore tutela dei lavoratori scolastici all'estero.

Al termine dell'incontro il nostro Sindacato e le altre OO.SS. hanno stilato il comunicato unitario che riportiamo:

 

COMUNICATO

Una soluzione rapida e condivisa per i lavoratori della scuola di Asmara

 

Durante l’incontro di stamattina, il MAECI ha relazionato sulla situazione di stallo della trattativa relativa alla prosecuzione dell’attività didattica ad Asmara.

Purtroppo abbiamo appreso, con rammarico, che si sta procedendo verso la definizione di un decreto di sospensione dell’attività sine die, stante lo stallo della trattativa e soprattutto l’assenza di risposte da parte del governo eritreo.

Le sottoscritte organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL 2018 ritengono grave che ad oggi il governo di Asmara non abbia ancora dato risposte alle numerose richieste di mediazione del nostro governo e del Ministero, tuttavia sostengono l’accelerazione di una soluzione alternativa per il ricollocamento del personale in servizio in Eritrea auspicando che la soluzione possa venire incontro alle esigenze dei lavoratori ed a quelle dell’intero sistema Paese all’estero.

Per questo richiedono l’avvio di due tavoli di confronto, uno relativo alla possibile rimodulazione del contingente e l’altro sulla mobilità d’ufficio, perché si possa arrivare a soluzioni condivise, nel rispetto delle prerogative e delle responsabilità di tutti i soggetti.

Roma, 6 agosto 2020

 

FLC CGIL

CISL FSUR

UIL Scuola RUA

SNALS Confsal

GILDA Unams

Massimiliano De Conca

Attilio Varengo

Angelo Luongo

Daniela Magotti

Adele Natali

Gianluigi Dotti

 

 

Scadenze di: settembre 2020