Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Ricerca: INAPP - Proseguono gli incontri sugli istituti contrattuali del PTA 2020-22

Ricerca: INAPP - Proseguono gli incontri sugli istituti contrattuali del PTA 2020-22

Argomenti trattati: Enti Pubblici di Ricerca, Ricerca,
Approvazione del Piano Triennale delle Attività 2020-22 da parte del Ministero del Lavoro, potranno quindi essere attivate le procedure per i bandi art. 15

Il 1° luglio si è svolto un incontro da remoto tra le OO.SS. e l’Amministrazione per definire un Verbale d’Intesa riguardante numerosi istituti contrattuali ricompresi nel Piano Triennale delle Attività 2020-22.

La discussione di una bozza sottoposta dai vertici dell’Istituto ha affrontato i seguenti temi:

  • - selezione per l’art. 53. Si è stabilito l’accesso a tutti gli aventi diritto per l’attribuzione del primo livello di progressione (S1), mentre per il restante personale sarà coinvolto il 50% degli aventi diritto. Tale scelta permetterà di attivare la progressione economica per una parte consistente di personale che per molti anni non ha potuto usufruirne. Circa la scelta dei criteri selettivi da adottare (anzianità, titoli, competenza professionale) si è convenuto di rinviare la questione alla successiva ipotesi di accordo;
  • - costituzione del Fondo art.90. L’Amministrazione si è impegnata a condurre un approfondimento per stabilire in modo preciso l’entità delle risorse disponibili, attingendo agli archivi ex ISFOL e IAS, per individuare le risorse provenienti dai passaggi di livello già effettuati in passato;
  • - applicazione dell’Art. 19. Anche su questo istituto è in corso una verifica delle risorse disponibili. Il Direttore generale ha comunque garantito il suo impegno per la valorizzazione professionale, costituendo un fondo di incentivazione sulle attività per prestazioni a committenti esterni di almeno € 100.000 in prima applicazione. E’ intenzione della direzione spingere la partecipazione INAPP a bandi nazionali e internazionali, per acquisire ulteriori risorse economico-finanziarie, oltre quelle derivanti dalle fonti ordinarie di finanziamento. Nel corso della discussione si è convenuto di destinare tale fondo a incrementare l’Indennità Oneri Specifici  per i ricercatori e i tecnologi, previa valutazione delle attività svolte; ad alimentare l’indennità ex art. 10, CCNL 2006-2009, per il personale in possesso dell’inquadramento previsto e con incarichi comportanti una specifica responsabilità; a incrementare il fondo per il trattamento accessorio dei tecnici e degli amministrativi. Su quest’ultimo punto è stato stabilito  di vincolare una parte dell’accessorio alla “produttività collettiva e individuale”;
  • - indennità di responsabilità per i livelli IV-VIII e prestazioni di lavoro straordinario. Sul primo aspetto si è concordato di individuare alcune posizioni organizzative cui attribuire l’indennità di responsabilità. Sul secondo, si è stabilito di adottare un sistema di attribuzione che contemperi sia le esigenze organizzative dell’Istituto sia le aspettative  economiche del personale, anche definendo  un monte ore per ciascuna struttura;
  • - telelavoro e smart working. Tenendo in considerazione anche il lavoro contestuale del Comitato permanente sul telelavoro, si è deciso di giungere a una specifica intesa, che garantisca l’accesso al telelavoro essenzialmente come strumento di conciliazione vita-lavoro e quello allo smart working in modalità ordinaria come strumento di flessibilità organizzativa dell’attività lavorativa;
  • - benefici al personale. Anche in questo caso l’Amministrazione si è impegnata per una rapida quantificazione delle risorse e si è convenuto di sottoporre al personale un questionario per comprendere il gradimento tra vari tipi di benefici. Si è anche esplorata la possibilità di offrire ai lavoratori  una polizza sanitaria.

In conclusione della riunione il Direttore ha comunicato l’approvazione del  PTA 2020-22 da parte del Ministero del Lavoro, pertanto potranno essere attivate le procedure per i bandi art. 15. L’Amministrazione invierà quanto prima alle OO.SS. i bandi, per condividerne i criteri di selezione più adatti ad assicurare opportunità eque a tutto il personale coinvolto. Si tratta di un importante progresso dopo anni di immobilismo nelle carriere.

Scadenze di: agosto 2020