Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Estero: Incontro primo luglio - Avvio anno scolastico 2020-2021

Estero: Incontro primo luglio - Avvio anno scolastico 2020-2021

Sono stati affrontati numerosi problemi relativi all'inizio dell'anno scolastico nelle scuole, nei corsi, nelle scuole europee e nei lettorati

Come anticipato nel notiziario del 24 giugno, il 1°luglio u.s. è proseguito l’incontro tra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti dell’Ufficio V della Direzione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale per discutere sulle questioni inerenti la situazione delle scuole all’estero e sull’avvio dell’anno scolastico 2020-2021.

Nello stesso tempo, ricordiamo che nel corso dell’incontro del 23 giugno la discussione si era concentrata sull’emergenza della scuola italiana di Asmara.

In apertura dei lavori il Consigliere Nocella ha riferito che gli era appena pervenuta la notizia che il governo eritreo consente lo svolgimento degli esami di Stato ai ragazzi iscritti nella scuola italiana ad Asmara; per quanto riguarda invece, la proposta di chiusura della scuola medesima, il dottor Nocella ha confermato che stanno proseguendo fitte relazioni diplomatiche tra i due Paesi per scongiurarne la soppressione.

Durante il dibattito sono stati affrontati numerosi problemi relativi all’inizio dell’anno scolastico nelle scuole, nei corsi, nelle scuole europee e nei lettorati. Ancora una volta riprendono vigenza le graduatorie del 2013 a causa della mancata indizione del concorso da parte del Ministero dell’Istruzione.

Nel corso del dibattito si è sottolineato che oggi, come spesso in passato, si è registrata l’assenza dei rappresentanti del MI nonostante le gravi difficoltà in cui versa il personale scolastico all’estero con le conseguenti ricadute anche sulla diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo.

Per quanto attiene alle nomine, il Dottor Nocella ha assicurato che a breve renderà pubbliche lo stato delle graduatorie e l’impiego del personale.

La discussione è proseguita sugli aspetti connessi all’obbligo della quarantena e al relativo computo delle ferie.

Conseguentemente, Lo SNALS ha sostenuto fermamente, che tale ipotesi rischia di far subire al personale ingiuste decisioni e che, pertanto, l’argomento dovrà essere valutato anche sotto l’aspetto giuridico, alla luce dell’emergenza straordinaria.

Scadenze di: marzo 2021