Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Parere CSPI sull'istituzione delle fasce aggiuntive alle graduatorie del concorso straordinario primaria e infanzia e alle graduatorie regionali del concorso della secondaria

Parere CSPI sull'istituzione delle fasce aggiuntive alle graduatorie del concorso straordinario primaria e infanzia e alle graduatorie regionali del concorso della secondaria

Parere CSPI seduta plenaria n. 40 del 23/06/2020

Nella seduta plenaria n. 40 del 23/06/2020, il CSPI ha reso il parere sull’istituzione delle fasce aggiuntive alle graduatorie del concorso straordinario primaria e infanzia (DDG 1546 del 7 novembre 2018) e alle graduatorie regionali del concorso della secondaria (DDG 85 del 1° febbraio 2018) introdotte dalla Legge 159/2019 di conversione del Decreto legge 126/2019, a sua volta modificata dalla L. 41/2020 (”Istituzione delle fasce aggiuntive alle graduatorie dei concorsi di cui all'articolo 4, comma 1-quater, lettera b), del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, per la scuola dell'infanzia e primaria, e di cui all'articolo 17, comma 2, lettera b), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, per la scuola secondaria di primo e di secondo grado”).

Il CSPI ha valutato condivisibile la finalità del provvedimento, in quanto si muove nel senso di porre rimedio alla situazione che si riscontra ogni anno che vede il numero dei posti docenti autorizzati per le immissioni in ruolo ricoperti solo in parte.

Ne è conseguenza, ha rilevato il CSPI, la permanenza di posti vuoti in organico e contemporaneamente personale precario che non può ottenere la stabilizzazione attesa.

La mancata copertura dei posti, già dannosa di per sé in tempi ordinari, sarebbe ancora più grave a fronte dell’emergenza sanitaria che sta attraversando il Paese e per la ripartenza delle attività didattiche in presenza che comporterà drastiche misure per tutelare la sicurezza e la salute di alunni e personale.

Per questo il CSPI ha suggerito  al Ministero di assumere misure eccezionali volte a garantire a settembre 2020 la ripresa delle attività didattiche in presenza e in sicurezza.

Il CSPI ha rilevato la necessità che prima delle procedure oggetto del presente decreto tutti gli interessati abbiano l’opportunità di conoscere il quadro complessivo delle disponibilità di organico al fine di una scelta più oculata e per il raggiungimento degli obiettivi della migliore copertura dei posti.

Ancora di più questo anno, ha sostenuto il CSPI occorre che siano date precise indicazioni operative in merito all’ordine delle operazioni di tutte le procedure concorsuali. In particolare, stante la complessità e la gravosità delle operazioni previste, ha auspicato un coordinamento tra i diversi livelli dell’amministrazione al fine di garantire l’ordinato avvio dell’anno scolastico.

Il CSPI ha espresso parere favorevole con l’auspicio che siano accolte le considerazioni e proposte avanzate in seduta.

Scadenze di: gennaio 2021