Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Università: incontro al MUR

Università: incontro al MUR

Argomenti trattati: Università, Incontro, MUR,
Siamo stati informati della decisione del Ministro Manfredi di istituire tavoli di confronto con le parti sociali con l'intento di affrontare e risolvere le numerose problematiche che affliggono le nostre Università.

Ieri, 19 maggio, in teleconferenza si è svolto l’incontro fra i responsabili sindacali nazionali dell’Università ed i dirigenti del Ministero della Università e Ricerca.

Siamo stati informati della decisione del Ministro Manfredi di istituire tavoli di confronto con le parti sociali con l’intento di affrontare e risolvere le numerose problematiche che affliggono le nostre Università.

Il Ministero era rappresentato dal Dott. Di Nezza (Capo Gabinetto) dall’ Ing. Petrazzuoli (Capo Segreteria del Ministro) nonché dal Dr. Proietti, dalla dott.ssa Melina e dalla dott.ssa Gargano (Dirigenti dello stesso Ministero).

Il Dott. Di Nezza, nel rammentare al tavolo il desiderio del Ministro di avvalersi della esperienza e del confronto con le parti sindacali, ci ha richiesto quali fossero le priorità da discutere nei futuri tavoli tecnici di confronto.

Le richieste avanzate dai rappresentanti delle sigle sono state ovviamente compatte a cominciare dalla necessità di elevare il numero di partecipanti a dette riunioni, sì da poter coinvolgere altre competenze nell’ambito delle nostre stesse organizzazioni.

Abbiamo richiesto a più voci un intervento del Ministro, magari nella prossima finanziaria, atto ad eliminare i numerosi vincoli creati al nostro fondo accessorio, abbiamo esortato i nostri interlocutori affinché si ripropongano diverse misure per i nostri punti organico, abbiamo ribadito che è giunto il momento di rivedere la L.240/2010 (Gelmini), che lo stato giuridico dei Lettori debba essere rivisto con solerzia, abbiamo sottolineato che la situazione contrattuale del personale universitario prestato alla Sanità, in questo doloroso momento, deve essere rivisitata.

Un altro momento è stato ampiamente dedicato alla possibilità di stabilizzare il maggior numero di lavoratori possibili e che la Legge Madia non ha potuto soddisfare al massimo, i colleghi in sofferenza.

Lo Snals ha espresso la necessità di avere un confronto continuo con il Ministero consentendo anche la presenza di un delegato negli incontri Aran, ha richiesto ancora una volta l’eliminazione della circolare Livon che svilisce completamente ogni possibilità di crescita professionale verticale ed inoltre la possibilità di fissare dei limiti percentuali di budget a favore del personale TAB , al fine di garantire una possibilità di assunzioni maggiore e non sacrificata sempre dalla necessità dei punti organico dedicati alla docenza.

Il Tavolo, al completo, ha ritenuto utile e proficuo l’incontro ed aspettiamo quindi nuove convocazioni sui vari argomenti ritenuti improrogabili.

Scadenze di: giugno 2020