Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Avvio dell'anno scolastico. Intervista radiofonica su Radio Cittadella al Segretario Generale SNALS-Confsal, Elvira Serafini

Avvio dell'anno scolastico. Intervista radiofonica su Radio Cittadella al Segretario Generale SNALS-Confsal, Elvira Serafini

Argomenti trattati: Interviste, avvio a.s., docenti, ATA, quota 100,
Intervista andata in onda lo scorso 17 settembre 2019 su Radio Cittadella, nel corso del programma Buongiorno Taranto - La scuola in diretta - incentrata sui problemi inerenti l'avvio dell'anno scolastico e la carenza di organici

Radio Cittadella di Taranto

Intervista al Segretario Generale SNALS-Confsal, Elvira Serafini – 17/09/2019

E’ andata in onda, lo scorso 17 settembre 2019, su Radio Cittadella (96.5FM), nel corso del programma Buongiorno Taranto – La scuola in diretta, un’intervista del Segretario generale dello SNALS-Confsal, Elvira Serafini, incentrata sui problemi inerenti l’avvio dell’anno scolastico e la carenza di organico, sia docente che ata, in seguito anche ai pensionamenti di “quota100”, soprattutto in considerazione dell’interruzione dei rapporti politico-sociali e sindacali dovuti al cambio del Governo proprio a inizio anno scolastico.

Riportiamo, di seguito, la trascrizione dell’intervista, che può essere riascoltata tramite il file audio che ci è stato fornito dalla redazione di Radio Cittadella, mentre l’intera puntata può essere riascoltata su Facebook all’indirizzo: https://www.facebook.com/radiocittadella/videos/507434989803359/

 

 

Inizia un nuovo anno scolastico e vogliamo augurare “In bocca al lupo” a tutti gli studenti, ma anche a tutti i docenti e al personale impegnato nelle nostre scuole ogni giorno. Si ritorna con il sollevamento di alcune difficoltà, con l'approfondimento di alcune tematiche davvero molto particolari. Noi per approfondire queste tematiche siamo in collegamento telefonico con Elvira Serafini, il Segretario Generale dello SNALS.

Buongiorno segretario!

Buongiorno!

 

Dunque, lei ieri è stata a L'Aquila per l'inaugurazione dell'anno scolastico con il Presidente Mattarella, una cerimonia davvero importante che, tra l'altro, abbiamo visto anche qui a Taranto, poco fa, proprio qui nel quartiere Paolo VI - dove ha sede anche la nostra radio -, quindi un appuntamento davvero molto prestigioso. Prima di tutto, come è iniziato questo anno scolastico? anche se è passata solo una giornata, la preparazione viene fatta sicuramente molto molto prima.

E’ un anno particolare in quanto già tanti problemi erano presenti. Ma quest'anno, con la quota 100, le problematiche si sono veramente quadruplicate. E’ un problema serio perché la scuola parte con tantissime cattedre vuote e manca il personale docente, mancano i docenti di sostegno specializzati, manca il personale ATA… Di conseguenza, c'è una crisi profonda, è un momento veramente delicato. Sapevamo già che queste situazioni si sarebbero accentuate con la quota 100. Si stava provvedendo a intervenire con un accordo di Governo, firmato la notte tra il 23 e il 24 di aprile; certamente non ci sarebbe stata la soluzione immediata per il 1° di settembre però incominciavamo a programmare una soluzione veloce per poter porre fine al precariato; poi c'è stata la crisi di Governo e ci siamo bloccati….

 

Ecco proprio su questo la interrompo, ora che la situazione del Governo in qualche modo è rientrata, si ricomincia a lavorare; come vi muoverete e cosa chiederete?

Certo, già oggi alle 14:30 abbiamo il primo incontro con il Ministro. Chiederemo sicuramente di partire da quell’Accordo, da quei punti focali che avevamo messo su carta; era stato controfirmato l'accordo sia dalle cinque sigle sindacali, che dall'ex ministro Bussetti che dal Premier Conte. Di conseguenza, il premier Conte deve essere il garante di quella firma che ha messo. Oggi partiamo di là: parleremo sicuramente delle problematiche che sono i punti fondamentali di quell'accordo: l'attenzione al precariato, la partenza dei PAS…

 

Scusi, se possiamo spiegarlo, cosa sono i PAS?

Sicuramente: è un percorso agevolato che dà la possibilità del raggiungimento di un’abilitazione per chi non è ancora abilitato però ha già ricoperto un'attività lavorativa nell'ambito scolastico, ecco cos'è un PAS.

 

Segretario, una domanda diretta per concludere. Perché, quando si parla di reclutamento di docenti, di personale, ci sono queste graduatorie che, a volte, sono infinite. Aldilà degli accordi con il Governo, che sono fondamentali, le firme e l'unità di intenti da parte delle sigle sindacali, da parte delle istituzioni scolastiche, ma perché ogni anno ci ritroviamo sempre con le stesse problematiche a dover far fronte?

Perché bisogna trovare una soluzione per porre fine a quelle graduatorie così lunghe, come ha detto lei, nelle zone meridionali, e poi, di contrario, è che nella zona settentrionale del nostro Paese sono già esaurite. Porre fine a quella graduatoria, che lei dice interminabile, vuol dire trovare la soluzione di immettere immediatamente, con velocità, nel mondo della scuola che hanno conseguito un titolo. Dobbiamo necessariamente trovare un percorso agevolato che non sia così lungo, 3 anni, con un concorso lungo, così selettivo. E’ giusto che sia selettivo, ma che si protragga in così tanti anni questo non lo riteniamo giusto, perché è un concorso che, per esempio, parte nel 2019 e non si conclude prima del 2021, 2022, e questo è assurdo. Invece, assolutamente si deve velocizzare il percorso e dare la possibilità a questa gente che lavora e che merita un contratto a tempo indeterminato, non dei percorsi così lunghi. Ecco è questo che noi vogliamo assolutamente: velocizzare, dare l'opportunità a tutti di avere un contratto a tempo indeterminato, poter dare la possibilità anche ai docenti che si definiscono “ingabbiati” che sono coloro che sì hanno un posto di lavoro ma che hanno dei titoli aggiuntivi che possono essere spesi nell'ambito della scuola; ecco, quella velocità delle procedure deve essere assolutamente tenuta in debita considerazione. Questo è l'impegno del sindacato SNALS. L'abbiamo sempre ribadito, lavoreremo con questo impegno per raggiungere questi obiettivi.

 

Perfetto! Grazie mille per il suo intervento,  grazie Elvira Serafini, Segretario dello SNALS. Buona giornata!

Grazie a voi, e auguri a tutti quelli che lavorano nell'ambito delle istituzioni scolastiche! 

Scadenze di: marzo 2021