Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Pensionandi e quota 100: ulteriori chiarimenti

Pensionandi e quota 100: ulteriori chiarimenti

Argomenti trattati: Pensioni - pensionati, quota 100,
Nelle domande tramite Polis, che scadono il 12 p.v., non è prevista, né poteva essere prevista, la domanda di pensionamento QUOTA 100 strettamente collegata alla futura legge finanziaria che dovrà essere approvata

Facciamo, nel dubbio, delle precisazioni e chiarimenti su quanto da noi già pubblicato, relativamente alle notizie riportate negli ultimi giorni dai media.

Infatti, durante la video conferenza del pomeriggio del 5 dicembre, a seguito di domande specifiche sono state date risposte in merito alla questione e, anche secondo le comunicazioni pervenuteci, è opportuno chiarire alcuni passaggi importanti.

Nelle domande tramite Polis istanze online che scadranno il 12 p.v. non è prevista, né poteva essere prevista, la domanda di pensionamento “quota 100” strettamente collegata alla futura legge finanziaria che dovrà essere approvata.

Da alcune fonti, si suppone che la domanda, che dovrebbe essere presentata direttamente all’INPS, dovrà essere prodotta, presumibilmente, entro il 31.03.2019.

Perciò, tutti coloro che alla presunta data saranno in possesso dei requisiti, e cioè 62 anni di età e 38 di contributi, potranno presentare la domanda.

La data dell’eventuale pensionamento, per il personale scolastico, sarà determinato dalla data in cui l’INPS attesterà ufficialmente il diritto al pensionamento.

Se la comunicazione dovesse arrivare entro il 31.08.2019, si potrà andare in pensione a partire dall’1.09.2019; se dovesse arrivare dal 1° settembre 2019  in poi, si andrà in pensione dall’1.09.2020.

Vi terremo informati sull’evoluzione della questione.