Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > RICERCA - TRATTATIVE PRESSO L'ARAN PER IL CCNL 2016-2018. AREA DIRIGENZIALE

RICERCA - TRATTATIVE PRESSO L'ARAN PER IL CCNL 2016-2018. AREA DIRIGENZIALE

Argomenti trattati: Comparto Ricerca, Aran, Incontro Aran,
11-10-18 - E' proseguita all'ARAN la trattativa per il rinnovo contrattuale dell’Area dirigenziale triennio 2016-2018, il primo incontro nel quale sono state affrontate le tematiche specifiche relative a ciascuno dei settori Scuola, Università e Ricerca

Si è trattato del primo incontro nel quale sono state affrontate le tematiche specifiche relative a ciascuno dei settori Scuola, Università e Ricerca.

Nell’incontro dedicato agli Enti pubblici di ricerca (EPR), l’amministrazione non ha consegnato nuove bozze rispetto a quella del 26 settembre u.s., contenente alcune delle parti comuni dell’articolato.

Il dr. Pierluigi Mastrogiuseppe, dopo aver precisato che è intenzione dell’ARAN scrivere una norma di conferma di quanto non verrà disapplicato,  ha chiesto alle OO.SS. presenti di far emergere i temi prioritari riguardanti la dirigenza degli EPR. Dalla discussione che ne è seguita è apparsa una convergenza tra il nostro ed altri sindacati su alcuni aspetti specifici.

In primo luogo, abbiamo chiesto che il nuovo contratto venga applicato anche ai dirigenti ex-Ispesl (ora INAIL) e ai dirigenti confluiti nell’ANPAL (ente nato dall’INAPP) e nell’ISIN (ente nato dall’ISPRA). L’amministrazione, pur sollevando dubbi sulla fattibilità dell’operazione che –a suo dire- andrebbe nella direzione opposta a quella di rendere coerente la dirigenza dell’intero comparto, ha accettato di riflettere sulla questione. A nostro parere va , infatti, salvaguardata la specificità delle attività svolte all’interno degli EPR e, l’accorpamento in un unico comparto di contrattazione delle due aree dirigenziali precedenti non deve calpestare questo aspetto.

In secondo luogo, abbiamo chiesto che venga attribuita una particolare rilevanza al tema della formazione dei dirigenti; è necessario che i dirigenti possano esercitare il diritto ad una formazione continua, in grado di fornire le competenze necessarie, inerenti alle funzioni esercitate. E’ anche questo un modo di salvaguardare la specificità del lavoro svolto negli EPR. Il dr. Mastrogiuseppe ha rilevato che effettivamente un articolo del testo è dedicato a questo aspetto nella sezione comune, poiché è un tema centrale per tutta la dirigenza del comparto. Ha anche espresso la disponibilità ad arricchirlo ulteriormente con le proposte sindacali, in particolare per ammorbidire gli effetti delle rigidità sul limite di spesa per la formazione imposto dalla normativa vigente. Inoltre, si è detto anche disponibile a trovare uno spazio all’interno della sezione sulle relazioni sindacali per esercitare un impulso a favore della fruizione di iniziative di formazione, poiché allo stato attuale la mancanza di formazione potrebbe incidere sulla valutazione del dirigente.

Altri temi affrontati brevemente nel corso dell’incontro sono stati quello delle relazioni sindacali, il cui testo non è stato ancora scritto e sul quale l’amministrazione deve riflettere circa i livelli a cui attribuire le varie materie, e quello dei meccanismi di attribuzione degli incarichi dirigenziali.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della trattativa

Scadenze di: luglio 2019