Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Precari - Autorizzata dal C.d.M. l'assunzione di personale a tempo indeterminato

Precari - Autorizzata dal C.d.M. l'assunzione di personale a tempo indeterminato

Il personale precario nell'adeguamento dell'ordinamento interno alla normativa europea. Autorizzate, per l'a.s.2018/2019: 57.322 unità di personale docente, di cui 43.980 su posto comune e 13.342 su posto di sostegno; 46 unità di personale educativo; 212 dirigenti scolastici; 9.838 unità di personale ATA Scuola, chieste 57.000 assunzioni per docenti, oltre 9.000 per gli ATA. Verso sblocco concorso DSGA, previsti 2.000 posti (Consiglio dei Ministri n. 14 dell'8.8.18)

Nell'ambito dell'adeguamento dell'ordinamento interno alla normativa europea anche il personale precario ha avuto la sua attenzione.

Il Consiglio dei Ministri,  nella riunione n. 14 dell’8 agosto 2018, tra gli altri provvedimenti, ha autorizzato le previste assunzioni del personale della scuola a tempo indeterminato, già comunicate nella riunione di informativa. Di seguito lo stralcio del Comunicato stampa:

 

PERSONALE DELLA SCUOLA

Autorizzazione all’assunzione di personale a tempo indeterminato (decreto del Presidente della Repubblica)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno e del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria e secondo quanto illustrato dal Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Marco Bussetti, ha approvato l’autorizzazione ad assumere, a tempo indeterminato, sui posti effettivamente vacanti e disponibili, per l’anno scolastico 2018/2019, 57.322 unità di personale docente, di cui 43.980 docenti su posto comune e 13.342 docenti su posto di sostegno; 46 unità di personale educativo; 212 dirigenti scolastici; 9.838 unità di personale ATA.

 

Per il personale educativo risultano minori unità autorizzate rispetto al contingente richiesto dal MIUR. Le motivazioni del MEF sono riconducibili alla presenza di esuberi per la chiusura di istituzioni educative in alcune province.

Lo SNALS-Confsal è molto critico per la scelta del MEF in quanto penalizza fortemente il personale educativo che da sempre non ha avuto la giusta attenzione per la stabilizzazione.

 

Il Comunicato del Ministro Bussetti del 17 luglio 2018

 

Scuola, chieste 57.000 assunzioni per docenti, oltre 9.000 per gli ATA
Verso sblocco concorso DSGA, previsti 2.000 posti

 

Sono 57.322 le assunzioni di docenti per l’anno scolastico 2018/2019 richieste dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il Ministro Marco Bussetti ha firmato l’apposito decreto che è stato inviato al MEF. È prossimo alla formalizzazione, poi, anche il decreto con la richiesta di autorizzazione ad assumere relativa agli ATA (Ausiliari, Tecnici e Amministrativi), per un totale di 9.838 posti.

Per il reclutamento di nuovi dirigenti scolastici partirà lunedì, con la prova preselettiva, anche il concorso da 2.452 posti bandito lo scorso novembre. Nel frattempo, per l’anno scolastico 2018/2019, sarà richiesta l’assunzione di 212 dirigenti dalle graduatorie di precedenti concorsi.

Queste le cifre confermate oggi alle Organizzazioni Sindacali, durante un’informativa sugli organici.

Il Ministro Bussetti sta per inviare, infine, al Ministero per la Pubblica Amministrazione la richiesta a bandire il concorso da 2.004 posti per DSGA, Direttori dei Servizi Generali Amministrativi, atteso da lungo tempo e finalmente sbloccato. Posti che potranno essere incrementati qualora quelli accantonati per mobilità non risultino del tutto utilizzati