Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > ESTERO: PROROGA GRADUATORIE A.S. 2018-19 - INCONTRO PRESSO IL MAECI

ESTERO: PROROGA GRADUATORIE A.S. 2018-19 - INCONTRO PRESSO IL MAECI

Lo SNALS CONFSAL e le OO.SS. presenti hanno rimarcato la graduale diminuzione dei posti statali nei confronti della scuola paritaria, situazione che provocherebbe forti e pressanti pericoli in futuro, inoltre abbiamo chiesto notizie sui 35 comandi al Miur e sulla data di inizio della selezione del personale per la destinazione nelle sedi estere.

Si è svolto il giorno 24 c.m. presso l'ufficio V della D.G.S.P. del MAECI un incontro alla presenza del Capo ufficio Cons. Roberto Nocella e le OO.SS. SNALS CONFSAL, FLC CGIL, UIL SCUOLA e ANP riguardante per primo punto all'o.d.g. il contingente del personale della scuola all'estero per l'anno scolastico 2018/2019. Ha aperto i lavori il Cons. Nocella che ha evidenziato i 7 posti da sopprimere nelle scuole statali e nei corsi e i 7 posti da istituire a compensazione. A seguito di tale chiarimento, lo SNALS CONFSAL e le OO.SS. presenti hanno rimarcato la graduale diminuzione dei posti statali nei confronti della scuola paritaria, situazione che provocherebbe forti e pressanti pericoli in futuro. Oltre a ciò si è chiesto, nuovamente, come si intende risolvere il problema degli spezzoni e delle conseguenziali sostituzioni  da parte dei dirigenti scolastici. Il nostro Sindacato ha inoltre ricordato che nei precedenti periodi, l'Amministrazione si è servita anche dell'invio, per alcuni mesi,  del personale comandato oppure attingendo dai posti di potenziamento, proposta già avanzata numerose volte. Contemporaneamente si è anche chiesto di accelerare i tempi per la firma del contingente, in quanto il decreto interministeriale dovrà essere inoltrato prima al MIUR e MEF e poi alla Corte dei Conti. In merito al secondo punto sui trasferimenti estero per estero il MAECI ha fatto riferimento alla trasmissione nelle sedi della circolare n. 5 del 3 agosto 2017, in cui vengono riportate le istruzioni relative alle modalità ed ai tempi di presentazione delle domande di trasferimento, ai termini di pubblicazione dei movimenti ed alle indicazioni per il ricorso ai mezzi di tutela.

Nella succitata circolare nuovamente si è data la possibilità solo per i trasferimenti di ufficio, per i trasferimenti a domanda per i posti vacanti delle scuole europee ma non per i trasferimenti a domanda dalle sedi particolarmente disagiate.

In relazione ai dirigenti scolastici i 7 posti scoperti  verranno assegnati a seguito di una specifica selezione mentre i 10 posti di sostegno, non saranno coperti dai docenti di sostegno in quanto non esiste una specifica graduatoria.

Per quanto attiene al terzo punto sulla proroga delle graduatorie per la destinazione all'estero del personale della scuola, i sindacati sono stati informati della approvazione in data 24 c.m., da parte del consiglio dei ministri, del decreto-legge proroga termini. In tale norma all'art. 6 (proroga di termini in materia di istruzione e università) comma 3 "All'art. 37, comma 5, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 64 le parole " dall'anno scolastico 2018/19 sono sostituite dalle seguenti: "dall'anno scolastico 2019/2020. La validità delle graduatorie vigenti per l'anno scolastico 2017/2018 è prorogata per l'anno 2018/2019 per le assegnazioni temporanee di cui all'art 24 e per le destinazioni all'estero sui posti che si rendono disponibili nell'ambito dei contingenti di cui agli articoli 18, comma 1, e 35 comma 2. Conseguentemente l'art. 12 (Entrata in vigore) riporta che il presente decreto entra in vigore successivamente alla sua pubblicazione nella G.U. e sarà presentato alle camere per la conversione in legge. Questo provvedimento, proposto varie volte anche dalle Organizzazioni sindacali, darà la possibilità al Ministero di fruire delle attuali graduatorie che ora vengono prorogate per a.s. 2018/2019 in attesa del bando per la destinazione. In merito al quarto punto maggiorazione per spese abitazione del personale della scuola all'estero il Cons. Nocella ha chiarito che delle 250 iniziali posizioni non completate sarebbero rimaste circa 20 o 30 casi da risolvere. Nello stesso tempo, ha evidenziato che non è fattibile a tutti gli interessati ridare le somme con il cedolino del mese di novembre. Infine, verso il termine della riunione lo SNALS Confsal e le altre organizzazioni hanno chiesto notizie sui 35 comandi al Miur e sulla data di inizio della selezione del personale per la destinazione nelle sedi estere.