Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Incontro al MIUR - Personale da destinare all'estero, requisiti professionali

Incontro al MIUR - Personale da destinare all'estero, requisiti professionali

Argomenti trattati: Estero, scuole italiane all estero, intesa,
20-04-18 - Incontro MIUR-MAECI-OO.SS. - Sia l'Amministrazione che le organizzazioni sindacali hanno evidenziato il notevole ritardo della trattazione dell'argomento in oggetto, la cui definizione si rende necessaria per la successiva emanazione del bando

Il 20 aprile 2018, si è tenuto presso il MIUR un incontro avente per oggetto: Requisiti professionali del personale da destinare all’estero. Erano presenti il Capo di Gabinetto Sabrina Bono, la dott.ssa Novelli, la dott.ssa Cicala, una rappresentanza del MAECI e le OO.SS..

Sia l’Amministrazione che le organizzazioni sindacali hanno evidenziato il notevole ritardo della trattazione dell’argomento in oggetto, la cui definizione si rende necessaria per la successiva emanazione del bando.

Data la lunghezza dei tempi tecnici previsti per la contrattazione, si è convenuto di lavorare insieme al fine di pervenire ad una intesa sui “requisiti del personale da destinare all’estero”, previsti dall’art. 14 del D.Lgs. 13/4/2017 n. 64.

Pertanto, in considerazione dei tempi occorrenti per svolgere l’individuazione del personale e degli adempimenti per l’avvio del prossimo anno scolastico 2018/2019, vengono concordati i requisiti culturali fondamentali richiesti ai dirigenti scolastici, al personale docente, ai docenti di sostegno, ai lettori e al personale amministrativo.

Tra i requisiti ritenuti fondamentali è previsto che il suddetto personale debba essere stato assunto con contratto a tempo indeterminato; aver prestato almeno tre anni di effettivo servizio in Italia nel ruolo di appartenenza; non essere stato restituito ai ruoli metropolitani durante un precedente periodo all’estero per incompatibilità di permanenza nella sede per ragioni imputabili all’interessato; non essere incorsi in provvedimenti disciplinari superiori alla censura e non aver ottenuto la riabilitazione. Oltre a ciò si aggiunge la conoscenza di almeno una lingua straniera di livello non inferiore a B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER), tra quelle relative alle aree linguistiche stabilite dal bando di selezione, rilasciata da uno degli Enti Certificatori di cui al Decreto del Direttore Generale per gli Affari internazionali del MIUR del 12 luglio 2012 n. 10899.

Dopo ampia e oculata verifica e discussione dell’intesa, lo SNALS-Confsal e le OO.SS. presenti hanno unitariamente siglato il testo (Intesa 20/04/2018).

Prima della chiusura dei lavori, lo SNALS-Confsal in previsione dell’uscita del bando per il reclutamento del personale destinato all’estero, ha evidenziato la necessità di aggiornare le tabelle allegate e di variare le prove di accesso introducendo anche le prove orali.

Scadenze di: giugno 2019