Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Fondi per progetti aree a rischio a.s. 2017/2018. Avvio contrattazioni regionali - Nota MIUR

Fondi per progetti aree a rischio a.s. 2017/2018. Avvio contrattazioni regionali - Nota MIUR

Welfare dello Studente, partecipazione scolastica, dispersione e orientamento - Nota prot. n.5094 del 16-10-2017

 

Il MIUR, con la nota prot. n. 5094 del 16-10-2017, ha invitato gli UU.SS.RR. ad avviare la contrattazione integrativa regionale al fine di stabilire i criteri della ripartizione alle scuole del fondo ripotato per ciascuna regione nella tabella A, inserita nell’art. 7 dell’ipotesi di CCNI 28/7/2017, riguardante le misure incentivanti per i progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l’emarginazione scolastica.

Inoltre, nella stesa nota viene precisato che:

-    la sottoscrizione dei contratti regionali potrà avvenire soltanto dopo il perfezionamento del succitato CCNI 28/7/2017;

-    gli UU.SS.RR. comunicheranno alle scuole l’avvio delle procedure di presentazione dei progetti;

-    al fine di semplificare la fase della raccolta delle progettazioni da parte delle commissioni regionali, anche quest’anno è stato attivato il portale dedicato raggiungibile all’indirizzo www.areearischio.it, le quali dovranno chiedere direttamente alle scuole interessate di collegarsi al portale e seguire le istruzioni per l’inserimento dei progetti;

-    le commissioni regionali, tramite una apposita funzione del portale, approveranno solo i progetti che saranno definitivamente finanziati, riportando per ciascuno di essi, l’importo corrispondente;

-    la piattaforma è operativa dal 16/10/2017;

-    la realizzazione dei progetti dovrà avvenire entro e non oltre il 30/6/2018;

-    le risorse assegnate dalla Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie sui POS delle scuole sul pertinente capitolo (piano gestionale 5) sono al lordo dipendente;

-    l’accesso al sito è possibile tramite la password in possesso dei referenti responsabili delle aree a rischio.

 

Scadenze di: maggio 2019