Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Costituzione delle reti di ambito

Costituzione delle reti di ambito

Incontro al MIUR del 14 novembre 2016

Si è tenuto al MIUR, l’incontro richiesto dallo SNALS e dalle altre OO.SS di categoria in merito alle criticità rilevate nella procedura di costituzione delle reti di ambito.

La delegazione SNALS ha evidenziato che:

· vi sono state da parte degli USR spinte  piuttosto forti affinché in ogni ambito fossero costituite in tempi brevi le reti di ambito ed individuate scuole capofila della reti stesse, così come sollecitato dagli ATP in apposite conferenze di servizi, in netta contrapposizione con le indicazioni della L. 107 che al comma 70 recita: “ Gli uffici scolastici regionali promuovono, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, la costituzione di reti tra istituzioni scolastiche del medesimo ambito territoriale. Le reti (…)  sono  finalizzate  alla valorizzazione delle risorse professionali, alla gestione comune difunzioni e di attività amministrative, nonché alla realizzazione di progetti o di iniziative didattiche, educative, sportive o culturali di interesse territoriale, da definire sulla base di accordi tra autonomie scolastiche di un medesimo ambito territoriale,(…)»;

· la promozione delle reti di ambito è , quindi una libera scelta delle scuole autonome e non un obbligo o un’imposizione;

· la forzatura per una accelerazione della costituzione delle reti di ambito si è avuta soprattutto a seguito della costituzione delle reti di scopo ( ben diverse dalle reti di ambito) per l’individuazione della scuola capofila per la formazione,  fatto questo che lascia intendere che, laddove alcune scuole non ritenessero di inserirsi in reti di scopo, non avrebbero l’assegnazione dei fondi per la formazione;

· è del tutto evidente l’interpretazione da parte dell’Amministrazione di obbligatorietà della costituzione di reti in quanto la partecipazione a detta costituzione è stata inserita da alcuni UU.SS.RR negli obiettivi regionali da assegnare ai dirigenti scolastici ed è anche inserita nella scheda valutativa predisposta dall’INVALSI per la valutazione dei dirigenti scolastici e presentata in apposito incontro alle OO.SS;

· non sono state considerate le maggiori attività lavorative che ricadranno sul personale che realizzerà le attività previste per la rete, così come si non si fa riferimento ad una fase di contrattazione integrativa per dette attività;

· è evidente la non obbligatorietà della costituzione delle reti, sia di ambito che di scopo, poiché se così fosse non ci sarebbe bisogno della delibera del Consiglio d’Istituto per la loro attivazione e partecipazione delle scuole.

La delegazione SNALS-Confsal ha quindi richiesto, insieme alle altre OO.SS che il MIUR chiarisca efficacemente la non obbligatorietà della costituzione delle reti, con particolare riferimento alle reti di ambito.

L’Amministrazione, rappresentata dalla dr.ssa De Pasquale ha chiarito che:

le reti non sono un obbligo, ma un opportunità;

più volte questa evidenza è stata trasferita ai direttori degli UU.SS.RR anche in conferenze di servizio;

nella nota di assegnazione fondi per la formazione verrà ribadito il dato di fatto che non vi è obbligatorietà alcuna né della costituzione delle reti di ambito né della partecipazione delle scuole autonome a dette reti.

Scadenze di: agosto 2022