Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 06-07-2016 N. 9739 - NOTA MIUR

06-07-2016 N. 9739 - NOTA MIUR

A.S.2015/2016 - Apertura funzione "Rilevazione oneri" compensi Esami di Stato 2016

Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca

Dipartimento per la Programmazione, la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali

Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie – Ufficio IX

 

 

Prot n. 9739 del 6 luglio 2016

 

Alle ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI

SECONDO GRADO

 

E pc,

 

Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI

Agli AMBITI TERRITORIALI PROVINCIALI

LORO SEDI

 

 

AVVISO

 

 

Oggetto: A.S.2015/2016 – Apertura funzione “Rilevazione oneri” compensi Esami di Stato 2016

 

 

Si comunica che, a decorrere dal giorno 6 luglio al giorno 27 luglio 2016, è resa disponibile la funzione di rilevazione delle informazioni per i compensi dovuti per lo svolgimento degli esami di Stato afferenti l’anno scolastico 2015/2016, ciò al fine di definire l’effettiva spesa per le commissioni operanti presso le Istituzioni scolastiche statali e paritarie di II grado in applicazione del Decreto interministeriale del 24 maggio 2007, della nota prot. n. 7054 del 2 luglio 2007 della Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e della nota prot. n. 5850 del 23 giugno 2015 “Esami di Stato conclusivi del secondo ciclo di istruzione: Chiarimenti giuridici ed economici – Anno scolastico 2014/2015 e seguenti”.

 

Il pagamento dei compensi in questione dovrà essere disposto tramite procedura di “Cedolino Unico”, per cui si raccomanda l’inserimento di tutti i dati richiesti nei tempi sopraindicati, in modo da consentire poi alla scrivente Direzione Generale il caricamento al sistema SICOGE degli importi necessari.

 

Al fine di inserire in maniera corretta tali importi si chiarisce che essi dovranno essere comprensivi della quota già assegnata con nota prot. n. 6649 del 3 maggio 2016 (euro 4.000 lordo dipendente per ogni classe terminale).

 

Pertanto, nel caso in cui il fabbisogno della scuola si attesti al di sotto della somma già assegnata, per esempio euro 3.500, l’istituzione scolastica dovrà inserire nella rilevazione tale ultimo importo inferiore a 4.000, mentre se il fabbisogno occorrente è superiore a 4.000 euro (quota assegnata), per esempio euro 4.100, la risorsa finanziaria da inserire nella rilevazione dovrà in questo caso essere euro 4.100, ovvero comprensiva della quota di acconto assegnata a marzo per il pagamento degli esami di stato.

 

Si conferma che gli importi relativi alle commissioni di scuole paritarie dovranno essere rilevate a sistema dalle scuole statali a cui sono state abbinate dai competenti Uffici Scolastici Regionali .

 

Si raccomanda la massima precisione e correttezza nell’inserimento dei dati finanziari, che devono essere indicati al lordo dipendente, al fine di mettere la scrivente direzione nelle condizioni di poter effettuare le assegnazioni dei fondi necessari per la chiusura dell’anno scolastico 2015-2016 in tempi rapidi e utili per i pagamenti a favore dei beneficiari entro il mese di agosto 2016.

 

Infine, si invita codesta Istituzione scolastica a procedere in tempi rapidi all’erogazione degli emolumenti tenuto conto che le eventuali economie giacenti sul capitolo 2149 pg 7 saranno ritirate nel mese di settembre 2016

 

Si ringrazia per la fattiva e consueta collaborazione.

 

 

IL DIRETTORE GENERALE

Jacopo Greco

Scadenze di: luglio 2019