Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Iscrizioni ai percorsi di istruzione per gli adulti a.s. 2016/2017

Iscrizioni ai percorsi di istruzione per gli adulti a.s. 2016/2017

Incontro al Miur CPIA - Emanata Circolare Iscrizioni a.s. 2016/17

Nel pomeriggio di ieri, 10/2/2016, si è tenuta la Miur una riunione con il seguente o.d.g.: “Istruzione per gli adulti – CPIA: CPIA: Circolare Iscrizioni a.s. 2016/17; CPIA a.s. 2014/15: dati INDIRE; CPIA a.s. 2015/16: dati MIUR; Piano PAIDEIA: prodotti; Risorse finanziarie ex D.M. n. 435/15 – art. 26 – specifiche tecniche e piano riparto”.

La delegazione di parte pubblica, presieduta dalla dott.ssa Palumbo, direttore generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, ha illustrato la bozza di circolare relativa alle iscrizioni ai percorsi di istruzione per gli adulti per l’a.ls. 2016/2017, poi emanata in data 11 febbraio (C.M. n. 1).

Il termine di scadenza per le iscrizioni a tali percorsi è stato fissato, di norma, al 31 maggio e, comunque, non oltre il 15 ottobre 2016.

La circolare ricalca sostanzialmente i contenuti di quella del precedente anno scolastico. Nella parte innovativa si pone, tra l’altro, l’accento sul patto formativo individuale che, ai sensi delle disposizioni del D.I. 15 marzo 2015, va formalizzato entro e non oltre il 15 novembre 2016. La C.M. assegna agli UU.SS.RR. il compito di vigilare sia sul rispetto dei tempi sia sulla corretta formalizzazione del piano formativo individuale.

In relazione agli accordi di rete tra i CPIA, predisposti dalle apposite commissioni, si puntualizza che gli stessi assumono carattere di priorità e di atto obbligatorio per la gestione delle procedure di iscrizione; tali accordi sono già stati stipulati da tutti i CPIA e dalle istituzioni scolastiche di II grado dove sono incardinati i percorsi di secondo livello, ai sensi della C.M. n. 6 del 27 febbraio 2015. Nel caso sia necessario effettuare modifiche e integrazioni, anche come conseguenza dei nuovi piani di dimensionamento, gli aggiornamenti degli accordi di rete andranno formalizzati e trasmessi agli UUS.SS.RR. entro il 30 settembre 2016. Nella circolare viene dato risalto all’adempimento da effettuare a cura degli UU.SS.RR., quanto prima e comunque non oltre l’avvio dell’attività per la definizione formale, in raccordo con gli Enti locali, dei piani di utilizzo degli spazi/edifici destinati ad ospitare la sede centrale dei CPIA e i punti di erogazione di primo livello, anche in relazione a quanto previsto dall’art. 3 della legge 23/96 e alle responsabilità derivanti in materia di sicurezza.

Inoltre, la C.M., richiamando i contenuti del D.I. 12 marzo 2015, dispone che si può utilizzare, a fronte di documentate necessità, svolgimento di attività sincrone tra il docente presente nelle sedi dei CPIA e i gruppi di livello presenti nelle aule a distanza denominate Agorà.

L’amministrazione, nell’incontro di ieri ha, inoltre, richiamato e illustrato i contenuti del comma 23 della legge 107/2015, che prevede, tra l’altro, un sostegno della messa a regime dei nuovi assetti organizzativi e didattici, in modo da innalzare i livelli dell’istruzione degli adulti, potenziando le competenze chiave per l’apprendimento permanente, anche per contrastare il fenomeno dei giovani non occupati e favorire la conoscenza della lingua italiana da parte degli stranieri adulti e sostenere i percorsi di istruzione negli istituti di prevenzione e pena. A tal fine il Miur effettua con la collaborazione dell’Istituto nazionale di documentazione e innovazione e ricerca educativa Indire un monitoraggio annuale dei percorsi e degli ampliamenti dell’offerta formativa nei CPIA in applicazione del regolamento 29/10/2012 n. 263, anche per consentire, al termine del triennio dell’avvio a regime del nuovo sistema di istruzione degli adulti, sulla base degli esiti del monitoraggio, di provvedere ad apportare eventuali modifiche al regolamento. In tal senso è stata richiesta, dal Miur, una proposta all’INDIRE, per effettuare rilevamenti sulle attività di monitoraggio.

Sono stati, inoltre, illustrati i contenuti del Decreto Dipartimentale del Miur n. 1250 del 20/11/2015, di cui al D.M. 435/2015 e i fondi assegnati ai CPIA ed è stata fornita dall’amministrazione anche tale documentazione.

L’amministrazione ha, altresì, chiarito che il materiale derivante dalle specifiche esperienze effettuate nell’istruzione degli adulti per il piano di azione per l’innovazione dell’istruzione adulti (PAIADEIA), è stato trasmesso all’università per essere successivamente trasformato in linee guida.

Scadenze di: luglio 2019