Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Incontro al Miur su docenti potenziamento e anno di prova

Incontro al Miur su docenti potenziamento e anno di prova

Illustrato anche l'accordo per la mobilità di personale docente e Ata

L’incontro odierno, coordinato dal Capo Dipartimento, Dott. De Pasquale, e dal Direttore Generale del Personale, Dott. Novelli, aveva come ordine del giorno:

·           docenti potenziamento

·           anno di prova.

In realtà l’incontro ha spaziato su numerosi argomenti che si possono così sintetizzare:

1) illustrazione dell’accordo per la mobilità di personale docente e ATA interessato alle statizzazioni,sottoscritto dal MIUR  in relazione a: Città Metropolitana di Palermo, Provincia di Barletta Andria Trani, Provincia di Ferrara, Provincia di Modena, Comune di Milano e Libero Consorzio Comunale di Enna. L’accordo riguarda complessivamente 128 docenti e 22 ATA. 

2)   in relazione ai posti di potenziamento e all’utilizzo del personale che fruisce di nomina su tale tipologia di posti,  l’amministrazione, in premessa , ha chiarito che tale personale non debba essere prioritariamente destinato alle supplenze brevi, ma utilizzato in base a progettualità definite a livello di singola istituzione scolastica e, quindi, debba fruire di un orario, secondo quanto previsto dal vigente CCNL, stabile e garantito come tutti gli altri docenti e abbia “pari dignità” di quello che svolge insegnamento curriculare. In tutti gli interventi, sia dell’amministrazione che dei sindacati, è stata sottolineata la necessità che si operi in sinergia tra dirigenti scolastici, organi collegiali e rappresentanze sindacali della singola istituzione scolastica per realizzare la massima condivisione possibile nella individuazione e nelle modalità di realizzazione dei progetti di potenziamento. Dopo una ampia ed articolata discussione, che ha esemplificato anche casi particolari segnalati dalle OO.SS., l’argomento si è chiuso con l’impegno dell’amministrazione ad elaborare “linee guida” da inviare alle istituzioni scolastiche che, però, sottoporrà preventivamente in bozza al contributo delle OO.SS.;

3) in relazione alle problematiche emerse in relazione al periodo di prova, in particolare per i docenti nominati in fase c),l’amministrazione, inizialmente attestata ad una applicazione rigida dei principi e delle regole già emanate, ha accettato, dopo una serrata ed accesa serie di interventi dei rappresentanti di tutte le sigle sindacali presenti, di considerare i’a.s. 2014/15 un anno eccezionale di transizione. Si è, quindi, impegnata ad elaborare una proposta, che sottoporrà al contributo sindacale, tale da garantire a tutti la possibilità di effettuare il periodo di prova nel corrente anno scolastico. In tale contesto dovrebbe venire risolto anche il problema di chi presta l’orario di servizio in meno di sei giorni ai fini del raggiungimento dei limiti minimi di servizio previsti per il superamento della prova nonchè quello del servizio prestato anteriormente alla nomina in ruolo;

4) in relazione alla richiesta sindacale di informativa riguardo alle notizie di stampa relative all’autorizzazione a bandire il prossimo concorso ordinario,l’amministrazione si è impegnata a convocare, in una specifica riunione,  le OO.SS. non appena avrà definito i contenuti del bando.

Scadenze di: giugno 2019