Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Intesa MOF 2/10/2014 - Informativa MIUR - Sottoscrizione della nuova Intesa sulle economie del MOF

Intesa MOF 2/10/2014 - Informativa MIUR - Sottoscrizione della nuova Intesa sulle economie del MOF

6.7.2015: Incontro al MIUR "Comparto Scuola: informativa a seguito dei rilievi dell'UCB relativa all'Intesa del 2/10/2014 (MOF) - Attività complementari di educazione fisica"

Nel pomeriggio di ieri 06/07/2015, si è tenuto al MIUR un incontro con il seguente o.d.g.: “Comparto Scuola: informativa a seguito dei rilievi dell’UCB relativa all’intesa del 2/10/14 (MOF) – attività complementari di educazione fisica”.

L’Amministrazione era rappresentata dal dott. Jacopo Greco, Direttore Generale per le risorse umane ed economiche e il bilancio del MIUR. Il dott. Greco ha, nuovamente, fatto presente alle OO.SS. che l’Intesa del 2/10/2014, con la quale è stato riconosciuto l’incremento del FIS sia alle scuole gravate dalle indennità di bilinguismo/trilinguismo o dal compenso per l’indennità di direzione al personale che sostituisce il DSGA, sia alle istituzioni scolastiche, nell’ambito della contrattazione di istituto, per retribuire incarichi al personale ATA titolare di posizioni economiche che, in applicazione dell’art. 9, comma 21, del D.L. 78/2010, non percepisca il correlato beneficio economico (euro 904,81 – lordo stato – in misura fissa), ha subito rilievi di tipo formale da parte dell’Ufficio Centrale del Bilancio soltanto relativamente all'utilizzo della quota parte di euro 7.818.486,94 lordo stato.

Il Direttore Generale Greco ha proposto alle OO.SS. di ovviare ai rilievi attraverso l'emanazione di un atto datoriale unilaterale da parte dell’Amministrazione.

La delegazione SNALS-CONFSAL e quelle delle altre OO.SS. hanno affermato, con forza, la non condivisione della proposta effettuata dalla delegazione di Parte pubblica ed hanno chiesto ed ottenuto di sottoscrivere una nuova Intesa, sottolineando la necessità di utilizzare uno strumento di natura pattizia, come previsto dal Contratto Nazionale di Lavoro.

La nuova Intesa del 6 luglio ricalca i contenuti, le modalità e le somme previste dall’Intesa del 2/10/2014, perfezionando la stessa ed apportando le necessarie correzioni, di carattere sostanzialmente formale, per ovviare ai rilievi formulati dall’Ufficio Centrale del Bilancio, relativamente soltanto all'utilizzo della quota parte di euro 7.818.486,94 lordo stato (in quanto la restante parte dell'Intesa, non avendo ricevuto alcun rilievo, è già andata a buon fine).

L'importo di euro 7.818.486,94 lordo stato viene assegnato, con la nuova Intesa, alle istituzioni scolastiche, ad incremento del MOF (di cui all'Intesa del 7/8/2014), in misura fissa, assegnando a tutte le scuole un incremento pari ad euro 904,81 lordo stato da utilizzare prioritariamente nell'ambito della contrattazione di sede, per retribuire prestazioni aggiuntive del personale ATA titolare di posizioni economiche senza benefici economici.

Sia la delegazione SNALS-Confsal che quelle degli altri sindacati hanno chiesto all'Amministrazione di procedere con la massima urgenza, dati i gravi ritardi accumulatisi per le lentezze dell'UCB, al fine di consentire l'erogazione delle somme, a seguito delle contrattazioni di istituto già definite.

 

Scadenze di: luglio 2019