Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Audizione al Senato VII Commissione Istruzione congiunta Camera e Senato sul ddl 1934 "Buona Scuola" - Lo Snals-Confsal conferma il giudizio negativo sul testo

Audizione al Senato VII Commissione Istruzione congiunta Camera e Senato sul ddl 1934 "Buona Scuola" - Lo Snals-Confsal conferma il giudizio negativo sul testo

Il documento consegnato in audizione
In conclusione la delegazione SNALS-CONFSAL ha ribadito che le richieste formulate mirano a portare nella scuola un clima di serenità che eviti inutili conflittualità e garantisca la dimensione della collegialità e della condivisione in cui ogni componente abbia il giusto ruolo e dignità garantendo la libertà d'insegnamento costituzionalmente prevista

LO SNALS-CONFSAL CONFERMA IL GIUDIZIO NEGATIVO SUL TESTO

Si è svolta nella mattinata di oggi l’audizione degli Uffici di Presidenza della 7a Commissione Senato e della VII Commissione Camera dei Deputati sul disegno di legge relativo alla “riforma del sistema nazionale di istruzione” di tutte le OO.SS. del comparto scuola, rappresentative e non.

La delegazione dello SNALS-CONFSAL nel suo intervento ha illustrato i contenuti di una memoria che, integrandosi con quella lasciata nell’audizione di ieri da parte della delegazione CONFSAL, ha ribadito il giudizio pesantemente negativo sul testo in discussione anche dopo gli emendamenti introdotti dal primo passaggio parlamentare alla Camera dei Deputati. Il giudizio negativo sul testo dà voce alla protesta in atto in tutte le scuole, non solo da parte del personale, ma anche dalle altre componenti della vita scolastica.

In conclusione, i rappresentanti del sindacato, dopo aver risposto a numerosi quesiti formulati dai parlamentari presenti, hanno auspicato che in sede di conversione al Senato siano apportate tutte le modifiche e integrazioni necessarie, anche con un provvedimento d’urgenza, per una stabilizzazione del personale che tenga conto dei diritti e delle legittime aspettative di tutti coloro che, anche se precari, hanno consentito il funzionamento della scuola in questi anni e a riscrivere un “nuovo” DDL che cancelli il modello di gestione autoritaria ipotizzato, fornisca alle scuole le necessarie risorse umane, economiche e strutturali, elimini le incursioni legislative sul contratto e ne avvii il rinnovo garantendo una vera stagione di investimenti in istruzione e formazione.

In conclusione la delegazione SNALS-CONFSAL ha ribadito che le richieste formulate mirano a portare nella scuola un clima di serenità che eviti inutili conflittualità e garantisca la dimensione della collegialità e della condivisione in cui ogni componente abbia il giusto ruolo e dignità  garantendo la libertà d’insegnamento costituzionalmente prevista.

 

Testo consegnato dalla delegazione SNALS-Confsal

Testo consegnato dalla delegazione CONFSAL.

Scadenze di: giugno 2019