Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Organici personale docente a.s. 2015/16 e piano di formazione del personale docente neo assunto a.s. 2014/15

Organici personale docente a.s. 2015/16 e piano di formazione del personale docente neo assunto a.s. 2014/15

Argomenti trattati: Cpia, Organici, personale docente, Incontro Miur,
Incontro al MIUR

Nel pomeriggio di ieri, al termine della parte relativa al CCNI per la mobilità del personale docente educativo ed ATA per l’a.s. 2015/16, sono stati trattati gli altri due punti previsti all’O.D.G.:

· Informativa dotazioni organiche personale docente, a.s. 2015/16;

  Piano di formazione del personale docente neoassunto per l’a.s. 2014/15.

 

Per quanto riguarda gli organici, il Direttore Generale dott.ssa Maddalena Novelli, ha illustrato alle OO.SS. la bozza di C.M. avente per oggetto: “Dotazioni organiche del personale docente per l’a.s. 2015/16 – Trasmissione schema di decreto interministeriale”.

La bozza di circolare (che, secondo l’Amministrazione, potrebbe essere sottoscritta nella tarda serata di oggi 24/02 o nella giornata del 25/2), ricalca, con alcune modifiche peggiorative, i contenuti dell’analoga C.M. per le dotazioni organiche relative all’a.s. 2014/15.

È stata, inoltre, effettuata una sintesi di alcune parti, al fine di renderla più facilmente fruibile alla operatività degli Uffici scolastici Regionali e delle scuole.

L’Amministrazione ha giustificato l’urgenza dell’emanazione, al fine di conoscere i dati delle singole scuole e poter procedere, in tempi rapidi, alla determinazione dell’organico di diritto 2015/16, utile per le operazioni di mobilità, che prevedono tempi ristretti.

La Delegazione Snals-Confsal, pur riservandosi di esprimere una valutazione dopo i necessari approfondimenti, ha:

chiesto all’Amministrazione conferma che la tabella delle atipicità, relativa ai nuovi insegnamenti per i quali non vi sono specifiche classi di concorso di riferimento, rispetti pienamente quella già emanata con la circolare degli organici dell’a.s. 2014/15;

richiesto all’Amministrazione, tra l’altro, di monitorare la situazione dei CPia e degli ex corsi serali, ricordando che nel precedente a.s. sono stati, talvolta, sacrificati gli organici relativi all’istruzione degli adulti, cosa, a parere dello Snals-Confsal, del tutto inaccettabile in un delicato momento di riforma dell’istruzione degli adulti;

chiesto di affrontare, quanto prima, l’argomento relativo alla costituzione dell’organico funzionale, con i relativi tempi di attuazione;

chiesto per i prossimi incontri di ottenere in anticipo degli schemi di testi predisposti dall’Amministrazione, al fine di poter più proficuamente fornire osservazioni, anche con il supporto delle strutture provinciali e regionali del sindacato.

L’Amministrazione ha sottolineato che, nel testo, vi è un esplicito richiamo alla tabella delle atipicità degli aa.ss. precedenti, che non viene in alcun modo modificata, ma soltanto integrata; si è inoltre impegnata a fornire, dopo la pubblicazione del decreto legge ormai di prossima emanazione, un adeguata sessione informativa e di approfondimento alle OO.SS., anche sull’organico funzionale.

Ovviamente vi invieremo la circolare e lo schema di decreto interministeriale allegato alla stessa, non appena l’Amministrazione li emanerà.

Successivi approfondimenti hanno fatto emergere alcuni elementi negativi, tali da portare tutte le OO.SS. a richiedere l’attivazione della procedura di conciliazione, di cui riportiamo di seguito il testo:

 

 

Roma, 24 febbraio 2015

prot. 115

Al Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione

DPIT.segreteria@istruzione.it

 

Alla D.ssa  Maddalena Novelli
Direttore generale per il personale scolastico

DGPER.segreteria@istruzione.it

 

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

R O M A

 

 

Oggetto: organici - Richiesta tavolo concertazione

 

       Preso atto dell’informazione fornita nel corso dell’incontro che si è svolto nel pomeriggio di lunedì 23 febbraio 2015, riguardante i criteri per la definizione e la distribuzione degli organici del personale docente, le scriventi Organizzazioni sindacali chiedono, ai sensi dell’articolo 5, comma 2, del CCNL del 27 novembre 2007, l’attivazione di un tavolo di concertazione su tale materia.

E’ necessario per una informativa completa ed esauriente conoscere:

  • i parametri con cui si sono determinate le riduzioni e gli incrementi a livello territoriale in quanto non sono stati forniti e non paiono corrispondere al solo riferimento dell’andamento del numero degli alunni;
  • le ragioni della inaccettabile mancata conferma, come sempre avvenuto, dell’organico di fatto della scuola dell’infanzia nel diritto dell’anno successivo (l'eventuale incremento, coerentemente con quanto previsto nella bozza di C.M ad invarianza della dotazione complessiva comporterebbe il riesame dei numeri di tutti gli altri ordini di scuola );
  • la dotazione dell’organico di diritto dell’anno scolastico 2014/15 “comunicata”, e quindi, effettivamente funzionante nel diritto e le motivazioni della eventuale mancata conferma nell’organico di diritto proposto per l’anno scolastico 2015/16;
  • la consistenza della dotazione organica degli ex serali (forti sono state le riduzioni operate in contrasto con la C.M del 14/15, che viene riproposta nella nuova bozza senza i dovuti rafforzamenti);

       Oltre le questioni sopra descritte chiediamo una discussione approfondita e concreta sulla scelta di contenere la dotazione organica di diritto (che costituisce anche il limite alle possibilità di mobilità territoriale e professionale) alla luce degli annunci, anche recentissimi, di ampliamento delle dotazioni con l’attivazione dell’organico funzionale.

       Si rimane in attesa della convocazione, nei termini prescritti dal citato articolo 2, al fine di affrontare sollecitamente i problemi emersi dall’esame della documentazione fornita nel corso dell’incontro.

       Distinti saluti

 

Flc  CGIL

Domenico Pantaleo

CISL  Scuola

Francesco Scrima

UIL  Scuola

Massimo Di Menna

SNALS  Confsal

Marco Paolo Nigi

GILDA Unams

Rino Di Meglio

 

Per quanto attiene il piano di formazione del personale docente neo assunto, l’Amministrazione ha illustrato una bozza di circolare, per la quale si prevede la pubblicazione nei prossimi giorni.

Il Direttore Generale dott.ssa Novelli, nell’illustrare la bozza di circolare relativa al piano di formazione del personale docente neo assunto per l’a.s. 2014/15, ha evidenziato alcune delle novità inserite nella stessa, e ha chiarito che si tratta, per ora, di una prima circolare, che non dettaglia ancora tutti gli aspetti ma prevede una formazione obbligatoria per un numero totale di 50 ore suddivise tra condivisione del percorso formativo, laboratori formativi dedicati, formazione on line ed una parte innovativa denominata peer to peer, che servirà, con una pratica didattica accompagnata da un tutor all’interno della propria scuola ad analizzare gli aspetti culturali metodologici e didattici della propria attività, al fine di migliorarla ed effettuare proposte, anche in collaborazione con i colleghi.

Con la circolare in corso di emanazione, gli USR individueranno, attraverso un bando pubblico, le scuole polo selezionate, individuate in ambito provinciale o sub provinciale, cui saranno affidati i finanziamenti e che si avvarranno di docenti di adeguata professionalità per la conduzione delle attività laboratoriali.

La Delegazione Snals-Confsal, pur riservandosi di esprimere, in tempi brevissimi, eventuali criticità sulla bozza proposta dell’Amministrazione, ha:

· evidenziato che il protagonismo del personale, rappresentato dall’Amministrazione nel suo intervento di sintesi della C.M., costituisce un aspetto innovativo della proposta ministeriale;

· apprezzato il bando pubblico previsto dalla bozza di circolare;

· sottolineato però che come sempre, le risorse disponibili sono troppo esigue se è vero, come è vero, che a fronte di 28716 docenti neo immessi in ruolo, è stato stanziato un totale fondi di € 1358.266,80 da ripartirsi tra le varie regioni, in relazione al numero dei neo immessi in ruolo nell’a.s. 2014/15; si tratta, a conti fatti, di una risorsa pari a poco più di 47 euro per ogni docente neo assunto;

· chiesto, per l’ennesima volta, all’Amministrazione, di stanziare maggiori risorse per la formazione del personale; di attuare, altresì un coordinamento di tutte le iniziative di formazione in un unico ufficio del MIUR, al fine di poter avere un quadro completo dell’utilizzo delle risorse, e poterne monitorare le ricadute sul personale;

· evidenziato, infine, all’Amministrazione, che è necessario, in presenza di una volontà apprezzabilmente innovativa in merito alla formazione del personale neo assunto, che l’Amministrazione fornisca, prima del prossimo incontro, una bozza di circolare sulla quale poter ragionare in tempi distesi, in modo che la stessa costituisca anche una base di ragionamento da utilizzare per la formazione del massiccio numero di personale docente che dovrebbe essere immesso in ruolo in conseguenza del decreto che il Governo dovrebbe approvare nel Consiglio dei Ministri di venerdì.

 

Scadenze di: giugno 2019