Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Ricorso del personale in servizio all'estero per la corresponsione dell'IIS - Ufficio Legale: Azione 44

Ricorso del personale in servizio all'estero per la corresponsione dell'IIS - Ufficio Legale: Azione 44

Possibilità per il personale scolastico in servizio all'estero di proporre ricorso per ottenere la corresponsione dell'importo corrispondente all'indennità integrativa speciale conglobata nello stipendio tabellare

Riportiamo l’estratto del comunicato prot. 24/MPM/MM/MRC/UL del 10 febbraio 2015 del nostro Ufficio Legale:

 

“Si rappresenta la possibilità per il personale scolastico in servizio all’estero di proporre ricorso per ottenere la corresponsione dell’importo corrispondente all’indennità integrativa speciale conglobata nello stipendio tabellare.

L’omessa corresponsione di tale quota della retribuzione crea una ingiustificata disparità di trattamento nei confronti del personale appartenente allo stesso ruolo, che presta servizio nel territorio metropolitano (personale che, viceversa, percepisce il trattamento retributivo in misura integrale), traducendosi in un significativo pregiudizio economico, incidente oltre che sulla retribuzione corrente anche sulla tredicesima mensilità nonché sul trattamento di quiescenza.

Al riguardo si rammenta che, con effetto dal 1.1.2003, l’indennità integrativa speciale è stata conglobata nello stipendio tabellare.

Pertanto, l’importo dell’indennità integrativa speciale non costituisce più voce retributiva autonoma, e concorre quindi a formare lo stipendio tabellare.

Orbene, nonostante numerose pronunce favorevoli del Tribunale di Roma e della Suprema Corte di Cassazione (ricorso patrocinato dai nostri legali), il Miur continua ad applicare, ai danni del personale che presta servizio all’estero, una trattenuta corrispondente all’importo dell’I.I.S. conglobato.

Di qui la possibilità di proporre ricorso.

Possono aderire al presente ricorso solo coloro che sono attualmente in servizio all’estero.

La causa, trattandosi, di personale in servizio all’estero, sarà proposta dinanzi al Tribunale di Roma.

Il ricorso copre i periodi di servizio all’estero compresi nell’ultimo quinquennio antecedente alla sua presentazione.”

Le adesioni dovranno essere inviate entro il 31 marzo 2015.

A tal fine, chi volesse aderire al ricorso, dovrà compilare la scheda di adesione al ricorso; e inviare immediatamente con raccomandata A/r al Miur, l’istanza interruttiva della prescrizione.

 

I documenti necessari e tutte le informazioni del caso possono essere richieste all’Ufficio Legale SNALS-CONFSAL, legale@confsal.it.

 

Scadenze di: febbraio 2023