Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Informativa progetto "scuole belle"

Informativa progetto "scuole belle"

Argomenti trattati: Fondi e Finanziamenti, progetti,
Vi comunichiamo che nel pomeriggio di oggi, 7 agosto 2014, si è tenuto al Miur, presso il Dipartimento del Bilancio e della Programmazione economica un incontro

 

Vi comunichiamo che nel pomeriggio di oggi, 7 agosto 2014, si è tenuto al Miur, presso il Dipartimento del Bilancio e della Programmazione economica un incontro con il seguente o.d.g.: “Informativa progetto “Scuole belle”.

L’Amministrazione era rappresentata dal Capo Dipartimento, dott.ssa Sabrina Bono, dal Direttore Generale, dott. Marco Ugo Filisetti e dal dott. Rocco Pinneri.

La dott.ssa Bono, facendo seguito alla precedente informativa del 22 luglio 2014, ha nuovamente illustrato le finalità da perseguire con lo stanziamento di 150 milioni per l’anno 2014, sul capitolo “scuole belle”, per finanziare interventi di piccola manutenzione, decoro e ripristino funzionale.

Nel 2014 si interverrà su un totale di 7.751 plessi.

Tali stanziamenti derivano dall’accordo del 28/5/2014, con il quale il Governo ha inteso, anche, dare una risoluzione al problema occupazionale degli LSU, impegnandosi a fare un piano industriale per i lavoratori in esubero rispetto ai servizi di pulizia.

Nel primo periodo è stato garantito, da un lato la cassa integrazione, dall’altro la formazione di tale personale per convertirlo in “manutentori”. Per ora, dello stanziamento complessivo di 150 milioni sono stati ripartiti, a livello provinciale, 110 milioni, riservandosi un riparto successivo di 40 milioni di euro. Ciò in quanto i tempi della delibera del CIPE, (effettuata in data 30 giugno), circa i 150 milioni complessivi, erano troppo ravvicinati alla data del 1° luglio, inizialmente prevista per la completa attuazione del piano “scuole belle”, relativamente all’anno 2014.

Circa il criterio di riparto, il Capo Dipartimento ha chiarito che sono state assegnate maggiori risorse alle province con un maggior numero di LSU, meno soldi a quelle con un minor numero di LSU. Soltanto pochissime province, non avendo lavoratori socialmente utili, precedentemente impegnati nelle istituzioni scolastiche, non avranno alcun finanziamento. Nelle province con minori risorse è stata prevista una graduatoria dando priorità alle scuole del I ciclo, poi a quelle del II ciclo. Le risorse sono state comunicate alle scuole con apposita circolare il 18 luglio e, successivamente, in data 22 e 23 luglio è arrivato l’avviso di assegnazione alle scuole.

E’ emerso che le scuole hanno partecipato alle conferenze di servizio organizzate dagli uffici scolastici regionali. E’ stato costituito, presso gli UU.SS.RR., un supporto amministrativo, a disposizione delle scuole. Nel caso di scuole che non abbiano accettato di fruire delle risorse, in quanto hanno comunicato che gli edifici scolastici sono nuovi o hanno da poco concluso lavori di manutenzione o per altre motivazioni, i fondi non possono essere assegnati alle stesse per altre finalità rispetto a quelle previste dal progetto “scuole belle”.

Il nuovo elenco di scuole aggiuntive sarà pubblico sul sito del Miur alla voce “Edilizia scolastica” che contiene il file xls, relativo all’elenco delle scuole assegnatarie, che sarà modificato nei prossimi giorni, a seguito delle rinunce all’utilizzo effettuate da parte di alcune scuole.

I lavori potranno essere relativi a:

·                verniciatura delle pareti e degli infissi, con cancellazione di scritte o segni sugli stessi;

·                piccole riparazioni o ripitturazione degli infissi interni ed esterni;

·                rimozione, smontaggio e rimontaggio/riallocazione di attrezzature didattiche;

·                piccoli interventi all’impianto idrico-sanitario;

·                piccola manutenzione e riparazione di attrezzature e arredi scolastici;

·                manutenzione delle sistemazioni a verde esterne;

·                pulizie straordinarie al termine dell’effettuazione dei lavori.

Non sono possibili lavori che prevedono, per la loro effettuazione, la certificazione di una competenza ad hoc, o strumenti pericolosi, tipo impalcature.

Gli UU.SS.RR. hanno individuato scuole capofila di reti di scuole, cui è stata affidata la gestione contabile della rete e le interazioni con il fornitore e con CONSIP per conto delle scuole della rete.

L’Amministrazione ha precisato che i lavori si svolgeranno nei mesi di sospensione delle lezioni e, nel caso di continuazione degli stessi alla ripresa delle lezioni, saranno svolte in maniera da non creare pregiudizio all’attività didattica.

La delegazione SNALS-CONFSAL, sottolineando, comunque, la positività del fatto che le scuole potranno, con l’attivazione del progetto, realizzare l’effettuazione di piccola manutenzione e decoro, comunque positiva e in alcuni casi veramente necessaria, ha sottolineato la necessità di monitorare, attraverso gli UU.SS.RR., che tali attività siano fatte senza recare pregiudizio all’attività didattica; ha chiesto, altresì, all’Amministrazione, di assegnare alle scuole individuate come scuole capofila delle reti di scuole, in organico di fatto una unità aggiuntiva di personale ATA – assistente amministrativo, per il gravoso lavoro aggiuntivo di tali istituzioni scolastiche che ricadrà sul personale ATA. Ha sottolineato, altresì, la necessità che tale personale sia adeguatamente formato alla mansione che dovrà svolgere.

La dott.ssa Bono, in relazione alla richiesta formulata dalla nostra delegazione e condivisa dalle altre, si è impegnata a rappresentare tale necessità al Dipartimento dell’Istruzione cui compete l’assegnazione degli organici.

 

Scadenze di: maggio 2019