Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Per una sicura e condivisa prospettiva dell'Unione Europea. Il Manifesto Politico-Sindacale della Confsal

Per una sicura e condivisa prospettiva dell'Unione Europea. Il Manifesto Politico-Sindacale della Confsal

"Per una sicura e condivisa prospettiva dell'Unione Europea", il Manifesto Confsal, nasce certamente da un sentimento positivo nei confronti del grande progetto europeo dei padri costituenti, da una posizione fortemente critica sul percorso compiuto per la realizzazione del progetto e da una proposta organica per contribuire a dare una seria prospettiva all'Eurozona e all'Unione Europea

Per una sicura e condivisa prospettiva dell’Unione Europea

Il Manifesto Politico-Sindacale della Confsal

Il Consiglio Generale della Confsal del 2-4 aprile 2014, sulla base della mozione finale deliberata all’unanimità, aveva affidato alla Segreteria Generale la presentazione di un Manifesto politico-sindacale da indirizzare a tutti i componenti eletti, il 25 maggio 2014, nel Parlamento Europeo e alla nuova governance dell’Unione.

Il confronto elettorale, la partecipazione alle urne e l’esito democratico del voto hanno fornito elementi eloquenti in merito agli attuali sentimenti che pervadono i cittadini europei sullo status e sulle prospettive dell’Unione e dell’Eurozona.

Il confronto fra i diversi profili di cittadino europeo, dall’europeista convinto all’europeista problematico e dall’euroscettico all’eurodemolitore, organizzati da partiti e movimenti politici, ha consentito alla nostra Confederazione di mettere a confronto le ragioni superiori dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese dell’Unione con le diverse tesi politiche.

Per una sicura e condivisa prospettiva dell’Unione Europea”:  il Manifesto politico-sindacale elaborato dalla Confsal nasce certamente da un sentimento positivo nei confronti del grande progetto europeo dei padri costituenti, da una posizione fortemente critica sul percorso compiuto per la realizzazione del progetto e da una proposta organica per contribuire a dare una seria prospettiva all’Eurozona e all’Unione Europea.

Il Governo italiano avrà l’impegnativo compito di guidare, dall’1 luglio al 31 dicembre 2014, il prossimo semestre europeo in un periodo in cui si passerà dall’attuale alla nuova governance, con l’impegno di un immediato cambio di passo sulle politiche della crescita economica e dell’occupazione.

Il nostro auspicio è che in tempi medio-brevi le speranze e le aspettative dei giovani e dei lavoratori italiani e europei si traducano in fatti e atti politici capaci di invertire il trend economico e occupazionale, dalla stagnazione e dalla crescita lieve ad uno sviluppo che produca effetti concreti in termini di occupazione e di benessere.

La Confsal intensificherà il suo impegno nella proposta e nell’azione sindacale in Italia e, attraverso la CESI, in Europa, al fine di contribuire a dare ai cittadini italiani ed europei e all’Unione Europea una prospettiva certa in termini di lavoro e di benessere civile, sociale ed economico.

Allegati PDF
Visualizza PDF
Scadenze di: maggio 2024