Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 06-10-2010 - C.N.P.I.

06-10-2010 - C.N.P.I.

Argomenti trattati: C.N.P.I. CNPI CSPI,
Parere 6 ottobre 2010, n. 7047
Ulteriore parere su: "Schema di regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione e l' accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento, ai sensi ...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione

 

 

MIUR AOODGOS Prot. n. 7047/R.U./U

Roma, 6 ottobre 2010

 

All’On.le Ministro

 

SEDE

 

 

OGGETTO: Ulteriore parere su: “Schema di regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione e l’ accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento, ai sensi dell’articolo 64, comma 4, lettera a) del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133”.

 

 

Adunanza del 6 ottobre 2010

 

Il Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione

 

Vista la lettera prot. n. 2543 del 6 ottobre 2009 con la quale il Capo Dipartimento dell’Istruzione ha chiesto il parere del C.N.P.I. sull’argomento indicato in oggetto;

Visti  gli artt. 24 e 25 del D.L.vo n. 297 del 16 aprile 1994;

Visto il documento di prima valutazione deliberato dal C.N.P.I. nell’adunanza del 16 dicembre 2009;

Visto il parere espresso dal C.N.P.I. nell’adunanza del 26 agosto 2010;

Visto il parere istruttorio emesso dai Comitati Orizzontali relativi alla Scuola Secondaria Superiore e agli Istituti di Istruzione artistica nell’adunanza congiunta del 28 settembre 2010;

 

dopo ampio e approfondito dibattito;

 

ESPRIME IL PROPRIO PARERE NEI SEGUENTI TERMINI:

 

PREMESSA

 

Il CNPI con questo suo atto porta a definitivo compimento il richiesto parere sul regolamento recante le disposizioni per la razionalizzazione e l’accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento da adottarsi ai sensi dell’art. 64, comma 4, lettera a) del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, atteso che nella deliberazione del 26 agosto u.s. ha esaminato l’articolato del citato regolamento e con questa sua deliberazione valuta i relativi allegati A, B e C, secondo l’ultima stesura fornita al CNPI dall’Amministrazione, documenti che, per maggiore chiarezza, si allegano al presente parere.

Con riferimento ai criteri ed ai principi adottati in sede dell’articolato del regolamento, il CNPI decide di analizzare gli insegnamenti e le nuove classi di concorso per verificare la loro congruità sia con l’impianto del citato regolamento, sia con la funzione istituzionale della scuola. Si precisa, altresì, che il COSSS-COIIA ha trasmesso all’Amministrazione una nota contenente alcuni rilievi in ordine alla Tabella A ed ha ricevuto esplicita risposta con relativo accoglimento di gran parte delle richieste avanzate.

Il CNPI, nel prendere atto delle modifiche apportate da parte dell’Amministrazione alla Tabella A, ritiene di riportare in apposito paragrafo i contenuti della nota ricevuta considerandola quale nuova configurazione della medesima tabella. Il CNPI ritiene inoltre di avanzare altre richieste di modifica e di integrare i titoli di accesso per i nuovi insegnamenti di cui all’allegato B.

Alla luce dei tempi indispensabili per la definitiva approvazione del provvedimento e di quelli previsti per la definizione degli organici di diritto 2011-2012, si avverte inoltre l’esigenza di sottolineare l’opportunità di valutare il rinvio di un anno dell’applicazione delle nuove classi di concorso, anche alla luce delle considerazioni dei pareri precedentemente espressi dal Consiglio al fine di consentire la loro reale integrazione con il processo di riforma.

 

 

1.     MODIFICHE ALLA TABELLA  “A”  CONDIVISE DALL’AMMINISTRAZIONE

 

 

A seguito delle audizioni tenutesi il 13 e 14 settembre 2010, l’Amministrazione ha inviato una nota a firma del Direttore Generale Luciano Chiappetta con la quale vengono recepite gran parte delle osservazioni avanzate dalla Commissione ristretta, come di seguito riportate nei paragrafi:

A – questioni di carattere generale;

B – aspetti particolari.

 

 

A.     QUESTIONI DI CARATTERE GENERALE

 

L’Amministrazione ha esplicitamente comunicato che:

§          per ciascuna classe di concorso il termine “ad esaurimento” va rapportato agli insegnamenti a tutela e garanzia dei docenti a tempo indeterminato con esplicito riferimento:

a)     all’attuale titolarità

b)     all’esubero provinciale

c)     alla mobilità territoriale, limitatamente ai soprannumerari;

 

§          per quanto riguarda i docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, sarà previsto un doppio asterisco con la nota a tutela delle loro legittime aspettative;

§          saranno superate le Aree disciplinari in ordine al sostegno alle superiori a cominciare dalle graduatorie di istituto di II e III fascia;

§          fino a quando non saranno definiti i nuovi titoli di accesso, sarà richiamata la validità delle equipollenze dei titoli come attualmente prevista (lauree e abilitazioni);

§          saranno confermate in maniera inequivocabile le atipicità attualmente operanti;

§          con esplicito riferimento all’emanando Regolamento per l’insegnamento nell’ultimo anno di una disciplina non linguistica in lingua straniera (CLIL), sarà prevista e definita una fase transitoria, anche per garantire i diritti dei docenti alla relativa formazione in servizio;

§          sarà assicurata l’unitarietà di impianto delle classi di concorso, a prescindere dalla circostanza che esse possano riguardare gli Istituti Tecnici, gli Istituti Professionali o i Licei;

§          al fine di rendere più agevole la lettura, sarà rivista l’impaginazione della Tabella “A”, assicurando un ordine che vada dalla classe di concorso meno estesa a quella più estesa;

§          saranno ricondotte ad una nota unica generale tutte le puntualizzazioni presenti nella colonna degli Indirizzi di studi relative alle equipollenze delle abilitazioni.

 

 

B.     ASPETTI PARTICOLARI:

 

L’Amministrazione ha, inoltre, comunicato, in merito alle classi di concorso in elenco, quanto segue:

 

A-13 - discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado:

sarà garantita una norma di tutela per gli abilitati nella classe di concorso ex-50/A inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento rispetto agli insegnamenti di Lingua e letteratura italiana, Storia e geografia primo biennio, Storia secondo biennio e quinto anno nei LICEI atta ad assicurare l’attribuzione di detti insegnamenti alla nuova classe di concorso corrispondente alla ex-50/A fino alla nomina a T.I. di tutti gli appartenenti alla graduatoria ad esaurimento riferita ad ogni singola provincia;

 

A - 17 - Disegno e storia dell’arte negli istituti  di istruzione secondaria di II grado

saranno aggiunti nella colonna relativa agli Indirizzi di studi il LICEO LINGUISTICO ed il LICEO DELLE SCIENZE UMANE;

 

A – 28  Musica negli istituti di istruzione secondaria di II grado

sarà modificata la denominazione dell’insegnamento in: Educazione musicale e Laboratorio di espressione musicale e grafica;  

 

A-37 Scienze e tecnologie delle costruzioni

l’accorpamento previsto opererà previo aggiornamento dei laureati in architettura;

 

A-46 Scienze giuridico -economiche

a) saranno tolti dall’elenco i riferimenti all’insegnamento di Diritto e economia nel LICEO ARTISTICO, LICEO CLASSICO, LICEO LINGUISTICO, LICEO SCIENTIFICO, LICEO SCIENTIFICO, opzione delle Scienze applicate, in quanto tali materie non sono presenti nei quadri orari dei suddetti indirizzi;

b) sarà  allineata la dizione dell’insegnamento di scienze giuridiche ed economiche alla denominazione riportata nei quadri orari dell’ISTITUTO PROFESSIONALE, settore servizi, indirizzo SERVIZI COMMERCIALI;

 

A-47  Scienze matematiche applicate

eliminato il termine “ad esaurimento”, saranno sostituite integralmente le dizioni proposte con:

ISTITUTO TECNICO: indirizzi e articolazioni  del SETTORE ECONOMICO

- Matematica

ISTITUTO PROFESSIONALE: settore servizi, indirizzo SERVIZI COMMERCIALI

- Matematica;

 

A-62  Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica

sarà eliminato nella colonna relativa agli Indirizzi di studio l’insegnamento di Disegno e storia dell’arte nel LICEO SCIENTIFICO, opzione scienze applicate;

 

A-67  Trattamento testi e dati, calcolo, contabilità elettronica ed applicazioni; Dattilografia e Stenografia

Saranno cancellati dalla tabella degli insegnamenti degli ISTITUTI PROFESSIONALI quelli relativi a Dattilografia; Dattilografia e tecniche della duplicazione; Calcolo a macchina, contabilità a macchina; Macchine contabili ed esercitazioni; Stenografia.

 

 

 

2.     RICHIESTE DI MODIFICHE DA PARTE DEL CNPI

 

Il CNPI ribadisce la necessità di garantire:

§          i diritti anche dei docenti titolari di ‘insegnamenti ad esaurimento’ e chiede, di conseguenza, l’introduzione nel corpo del regolamento di un’apposita norma di salvaguardia;

§          l’estensione dell’insegnamento della classe di concorso A-13 anche nei Licei nei quali non è previsto l’insegnamento del latino,. al fine di salvaguardare l’unitarietà dell’impianto del II ciclo, fermo restando l’introduzione della norma di salvaguardia.

 

Il CNPI auspica, inoltre, relativamente alle classi di concorso che si citano, quanto segue:

§          in riferimento al superamento delle aree disciplinari in ordine al sostegno nella scuola superiore, il CNPI ravvisa l’esigenza di accompagnare tale processo con opportuni momenti di verifica, al fine di evitare eventuali effetti di squilibrio nella distribuzione delle competenze afferenti alle diverse aree disciplinari;

§          stante la specificità del territorio, ove il numero delle classi è estremamente limitato ed articolato su più scuole, e considerata la difficoltà ad una organica costituzione delle cattedre nelle scuole slovene, vanno rivisti gli insegnamenti delle classi di concorso AS-68 ed AS-69.

 

Il CNPI rileva, infine, la necessità di:

 

§          sostituire nella classe di concorso AS-69 LICEO SCIENTIFICO, la dizione opzione scientifico-tecnologica con ‘opzione delle scienze applicate’;

§          sostituire il codice 76/A, presente nella terza colonna con il codice 87/A in quanto specifico per le scuole con lingua d'insegnamento slovena;

§          eliminare nella classe AS-74 “Dattilografia, Dattilografia e tecniche della duplicazione … negli Istituti professionali”, ecc., in analogia con la modifica già apportata per la classe A-67;

§          Classi AB-77, AB-78, AB-81, AB-82, AB-83 e AB-84:

nell’Avvertenza sostituire “cittadini italiani e ad essi equiparati di madrelingua italiana o ladina …”, con “cittadini italiani e ad essi equiparati di madrelingua tedesca o ladina …”.

§          Classe AB-84:

Cancellare “Dattilografia, Dattilografia e tecniche della duplicazione … negli Istituti professionali” ecc., in analogia con la modifica già apportata per la classe A-67

 

 

TITOLI DI ACCESSO AI NUOVI INSEGNAMENTI (ALLEGATO B)

 

Nel ribadire la opportunità di rivedere nella loro complessità i titoli di accesso con riferimento ai nuovi insegnamenti e alle nuove classi di concorso, il CNPI individua nei termini di seguito in elenco le modifiche da apportare alla Tabella B allegata al regolamento ed al presente parere.

 

§          A 030 Musica per danza

prevedere quali possibili titoli di accesso anche:

         -         Diploma di pianoforte (vecchio ordinamento rilasciato dai Conservatori di musica) congiunto a Diploma accademico di specializzazione in Musica per Danza;

         -         Diploma accademico di II livello di accompagnatore al pianoforte (rilasciato dai Conservatori di musica) congiunto a Diploma accademico di specializzazione in Musica per Danza;

 

§          A 054 Storia della danza

aggiungere in colonna “3” dopo “(LM-65)”:

         -         oppure Diploma Accademico di II livello in Musicologia rilasciato dai Conservatori di musica;

         -         oppure Diploma Accademico di II livello in Discipline storico-critiche-analitiche della musica rilasciato dai Conservatori di musica; 

 

§          A 055 Storia della Musica

prevedere nella colonna “3”, dopo “diploma di Conservatorio”:

         -         oppure Diploma Accademico di II livello in Musicologia rilasciato dai Conservatori di musica purché il piano di studi abbia compreso almeno 30 crediti negli ambiti della didattica della musica;

         -         Diploma Accademico di II livello in Discipline storico-critiche-analitiche della musica rilasciato dai Conservatori di musica purché il piano di studi abbia compreso almeno 30 crediti negli ambiti della didattica della musica;

 

§          A 056  Strumento musicale

prevedere nella colonna “3” dopo “specifico strumento”:

         -         oppure Diploma Accademico di II livello per la formazione dei docenti in discipline musicali riferito allo specifico strumento (D.M. 137/07);

         -         sostituire la parola “congiunto” con “congiunti”;

 

§          A 064  Tecnologie musicali

         -         aggiungere in colonna “3” dopo ogni tipo di Diploma la congiunzione “o”;

         -         sostituire la frase “purché il piano di studio seguito abbia compreso almeno 36 crediti nel settore delle nuove tecnologie …”  con la seguente  “purché il piano di studio seguito abbia compreso almeno 30 crediti nel settore delle nuove tecnologie …”; 

 

§          A 065  Teoria e tecnica della comunicazione

aggiungere in colonna “3”:

         -         al primo capoverso “Laurea in Scienze della Comunicazione purché il piano di studi abbia compreso almeno 30 crediti negli ambiti musicologici”;

         -         prima di “in prima applicazione” la congiunzione “o”;

 

§          A 066   Teoria, analisi e composizione

Aggiungere in colonna “3”:

         -         al primo capoverso dopo la parola “Organo”  la dizione “e composizione organistica”;

         -         come secondo capoverso la seguente frase: “o Diploma Accademico di II livello per la formazione degli insegnanti in discipline musicali (D.M. 137/07) purché il piano di studi abbia compreso almeno 30 crediti nei settori della teoria e/o dell’analisi e/o della composizione”.

 

 

Il Segretario

Maria Rosario Cocca

Il Vice Presidente

Mario Guglietti

 

 

 

Scadenze di: gennaio 2021