Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Sindacati e MIUR, il confronto prosegue il 4 gennaio

Sindacati e MIUR, il confronto prosegue il 4 gennaio

Proroga del Ccnl sulla mobilità: lo Snals Confsal firma con riserva di approvazione degli organi statutari

Roma, 22 dicembre. Il confronto avviato ieri nell’incontro tra lo Snals, le altre organizzazioni sindacali ed il sottosegretario Vito De Filippo proseguirà il 4 gennaio. Molte le problematiche evidenziate nel corso della riunione, tra cui quelle derivanti dalla recente sentenza del Consiglio di Stato sui diplomati magistrali e la prosecuzione del tavolo di confronto sul personale ATA.  

L’impegno di rivedersi è riportato nel verbale dell’incontro. Tutti si sono detti d’accordo su una sollecita ripartenza delle trattative per il rinnovo del contratto, “avendo come riferimento imprescindibile l’accordo del 30 novembre 2016 a Palazzo Vidoni” e la sua concreta attuazione. In merito, il MIUR ha inviato una nota al Gabinetto del Ministro per la Pubblica Amministrazione.

Molti le questioni esaminate nel corso dell’incontro, anche le novità derivanti da interventi emendativi al testo della legge di bilancio in corso di approvazione che vedono positivamente accolte alcune richieste sostenute da Snals Confsal. Tra queste: lo stanziamento di 150 milioni a copertura di un incremento degli organici del personale docente che favorirà tra l'altro il rientro di un maggior numero di docenti nei luoghi di origine; l’istituzione di uno specifico fondo con risorse destinate alla contrattazione; il riconoscimento della possibilità di sostituire il personale ATA assente per lunghi periodi; l’accesso al concorso per DSGA riconosciuto agli assistenti amministrativi facenti funzione a prescindere dal possesso del titolo; l’assunzione in ruolo di chi da anni opera con contratti di collaborazione nelle segreterie di scuole e laboratori.

Per lo Snals Confsal l’incontro di ieri è stato l’avvio di un percorso che, con il rinnovo del contratto, dovrebbe proseguire con scelte politiche coerenti di rafforzato investimento nei settori dell’istruzione, dell’università e della ricerca e di adeguata valorizzazione delle professionalità del comparto.

Quanto al CCNL sulla mobilità annuale, Cgil, Cisl e Uil hanno firmato la proroga in attesa del nuovo contratto del comparto. Diversa la posizione dello Snals Confsal che ha firmato con riserva di approvazione da parte degli organi statutari.