Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > XI Congresso Snals Confsal - 2^ giornata. La ministra Fedeli: IL RINNOVO DEL CONTRATTO DEL P.I. E' ATTO DOVEROSO

XI Congresso Snals Confsal - 2^ giornata. La ministra Fedeli: IL RINNOVO DEL CONTRATTO DEL P.I. E' ATTO DOVEROSO

13-12-17 - All'Auditorium del Massimo di Roma i saluti di importanti esponenti del governo e delle istituzioni
Il messaggio della Ministra Valeria Fedeli. L'intervento del vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri. L'intervento dell'on.le Silvia Costa, coordinatore della Comm. Cultura e Istruzione del P.E.

Comunicato stampa

Congresso Snals-Confsal, 2° giornata

 

LA MINISTRA FEDELI: “IL RINNOVO DEL CONTRATTO DEL P.I. E’ ATTO DOVEROSO”

 

All’Auditorium del Massimo di Roma ha portato il suo saluto

il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri

 

Roma, 13 dicembre.  La seconda giornata dell’XI Congresso Snals-Confsal è iniziata con i saluti di importanti esponenti del governo e delle istituzioni.

Il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri, ha esordito dicendo: “Ci sono due emergenze che oggi gravano sulla scuola. La prima riguarda il rinnovo del contratto, fermo da nove anni nonostante una sentenza della Consulta, ed è cosa piuttosto grave. La seconda riguarda la rappresentatività che, mi pare, sia venuta un po’ meno in questi ultimi tempi”. Gasparri ha anche auspicato una rinnovata relazione tra genitori, docenti e studenti: “La scuola è fatica ma oggi, soprattutto per voi, lo è ancora di più. Per questo noi genitori dovremmo essere accanto a voi docenti e sostenervi”.

Anche la ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca, Valeria Fedeli ha affrontato, nella lunga lettera inviata allo Snals il tema del contratto: “L’ho detto altre volte ma ci tengo a sottolinearlo con voi oggi: la riapertura della contrattazione, dopo oltre otto anni di blocco, per il rinnovo del contratto del pubblico impiego è un atto doveroso, che nel comparto Istruzione e ricerca consente finalmente di riconoscere l’impegno di chi quotidianamente è al servizio delle nuove generazioni e del Paese. Di chi merita il giusto riconoscimento professionale e autonomo… Ecco perché il rinnovo dei contratti non è una questione amministrativa ma uno strumento di qualificazione ulteriore del nostro sistema di istruzione. E uno straordinario investimento, non una mera spesa, per l’intero sistema Paese”.

Silvia Costa, coordinatore della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento europeo, ha voluto sottolineare nel suo intervento quanto sia importante, anche per il nostro Paese, la nascita di un vero spazio europeo dell’educazione, su cui si è fortemente investito destinando un 45% in più di investimenti tra il 2014 e il 2020.

Continua nella giornata odierna il dibattito congressuale tra i 700 delegati del sindacato. Il Congresso si chiuderà domani con l’approvazione delle tesi congressuali e con l’elezione degli organi statutari nazionali.