Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Tavolo Tecnico psicologia scolastica nella scuola: Terzo incontro al MIUR

Tavolo Tecnico psicologia scolastica nella scuola: Terzo incontro al MIUR

Argomenti trattati: tavolo tecnico, psicologia scolastica,
25-10-17 - Si è svolto al Miur, il terzo incontro del tavolo tecnico sulla Psicologia scolastica nella scuola, promosso dal Sottosegretario di Stato, On.le Vito De Filippo

Si è svolto, in data odierna, al Miur, alle ore 10, il  terzo incontro del tavolo tecnico sulla Psicologia scolastica nella scuola, promosso dal Sottosegretario di Stato, On.le Vito De Filippo (v. secondo incontro del 10/10/2017).

 Per conto dell’Amministrazione  era presente il dott. Giovanni Cogliandro.

In apertura della riunione, i rappresentanti delle Associazioni professionali e del mondo accademico presenti hanno ribadito il nuovo  ruolo della psicologia e della pedagogia nei processi di insegnamento-apprendimento e la necessità dell’introduzione sperimentale nelle istituzioni scolastiche di nuove figure professionali, a supporto del complesso lavoro di docenti, dirigenti scolastici, personale ATA. Sono stati presi in esame i documenti elaborati dai gruppi di lavoro che confluiranno poi in specifiche Linee guida.  Uno strumento, questo, che può accompagnare  le scuole a mettere in campo  azioni di prevenzione e contrasto del disagio giovanile,  del bullismo, dei comportamenti a rischio e  stress da lavoro correlato. 

Lo Snals-Confsal, che partecipa ai gruppi di lavoro, nel ribadire la propria posizione espressa nei precedenti incontri, ha precisato che, anche nel proseguio dei lavori, porrà molta attenzione affinché nella elaborazione delle Linee guida si rispettino sia il principio costituzionale della libertà di insegnamento, sia le competenze previste dal CCNL per la funzione docente, escludendo, quindi obblighi e compiti estranei a quelli definiti contrattualmente. Ha condiviso l’obiettivo del Tavolo di promuovere la cultura del benessere nella Scuola italiana coinvolgendo tutte le componenti : studenti, famiglie, personale educativo, personale Ata, dirigenti scolastici, ma questo dovrà avvenire sempre nel rispetto dell’autonomia  delle istituzioni scolastiche.

Il tavolo è stato aggiornato a mercoledì 8 novembre.