Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Nomine in ruolo del Personale ATA e del personale educativo a.s. 2017-2018 incontro al MIUR

Nomine in ruolo del Personale ATA e del personale educativo a.s. 2017-2018 incontro al MIUR

E' stata consegnata la bozza della circolare sulle "assunzioni a tempo indeterminato del personale ATA a. s. 2017/18", previste per un contingente autorizzato di 6.260 unità. Le immissioni in ruolo effettuate entro il 31/08/2017 avranno decorrenza giuridica ed economica dal 01/09/2017.

In data odierna, alle ore 10, 30, si è svolto l’incontro al MIUR concernente le nomine in ruolo del personale ATA e del personale educativo a. s. 2017/2018. La parte pubblica era rappresentata dal Dott. Giacomo Molitierno, Giuseppe Minichiello e Giuseppe Mignosi.  Ad inizio seduta è stata consegnata la bozza della circolare sulle "assunzioni a tempo indeterminato del personale ATA a. s. 2017/18", previste per un contingente autorizzato di 6.260 unità. Le immissioni in ruolo effettuate entro il 31/08/2017 avranno decorrenza giuridica ed economica dal 01/09/2017. La circolare avrà in allegato la tabella analitica che evidenzia, per ciascuna provincia e profilo professionale la ripartizione del contingente di assunzione autorizzato che, al momento, non è stata consegnata ai sindacati. L’amministrazione ha affermato che sul presente contingente non dovrà essere confermato l’accantonamento sei posti già disposto per le immissioni in ruolo a. s. 2016/17. Ha informato altresì che per Roma ci sono 31 posti accantonati per permettere l’assorbimento di personale proveniente da altri enti. Le nomine verranno effettuate utilizzando le graduatorie permanenti provinciali valide per l’a. s. 2017/18; naturalmente il personale otterrà la sede di titolarità partecipando alle operazioni di mobilità a. s. 2018/19. Per permettere l’utilizzo di eventuali aspiranti ancora presente nelle graduatorie per responsabile amministrativo previste dalla L. 124/2009, o in altre graduatorie ancora non esaurite, o per sanare eventuali contenziosi in essere, è stato assegnato un apposito contingente per la nomina dei DSGA pari a 761. Le assunzioni nel profilo di DSGA sono effettuate, prioritariamente, in base alle graduatorie dell’ultima sessione di concorsi indetta della O. M. 10/07/1995 n. 117, graduatorie divenute permanenti a seguito del disposto dell’art. 6 co. 10 L. 03/05/1999 n. 124, successivamente, secondo le disposizioni contenute nell’art. 7 co. 7 del D. M. 146/2000 e nel D. M. 14/12/1992 concernente i concorsi per esami e titoli a posti di coordinatore amministrativo. Possono essere effettuate compensazioni a livello provinciale tra i vari profili professionali della medesima area professionale o in aree inferiori nel caso in cui non possano essere disposte nel profilo professionale interessato tutte le assunzioni autorizzate per assenza di graduatorie concorsuali o per avvenuta copertura di tutte le disponibilità, subordinatamente alla sussistenza di posti che risultino vacanti e disponibili dopo le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria nel profilo su cui viene effettuata la nomina, evitando di ingenerare esuberi. Devono essere, inoltre, applicate le riserve previste dalla legge n. 68/1999 e dal D. Lgs. n. 66/2010 (art. 678, co. 9 e art 1014, co. 3). Ricorrendone i requisiti e le condizioni, è possibile stipulare contratti in regime di part time ai sensi della L. n. 183/2010. Nell’informativa i contingenti risultano essere, per l’a. s. 2017/2018, i seguenti per ciascun profilo:

Il criterio utilizzato per la determinazione del contingente di cui sopra, per i primi quattro profili (più numerosi), è stato quello dell’applicazione della percentuale di circa il 50% delle rispettive disponibilità. Per i successivi profili (meno numerosi) non si è  applicato tale criterio, al fine di permettere di dare, ove possibile, numeri di contingenti più significativi.

Lo SNALS si è lamentato che, in seduta odierna, come informativa, non è stata esibita la ripartizione analitica che evidenzi, per ciascuna provincia e profilo professionale la ripartizione del contingente di assunzione autorizzato. Le altre OO. SS. hanno assunto la medesima posizione.

 Per quanto riguarda il personale educativo, a fronte di una disponibilità di 312 e di un esubero solo di 42 posti, il contingente di nomina è pari a 56.

Lo SNALS ha evidenziato che tale evidente sproporzione non è coerente con il contingente del profilo del personale ATA determinato con i criteri di cui sopra (circa il 50% del contingente totale), né tantomeno rispetto ai criteri utilizzati negli anni precedenti.

E’ stato mostrato una bozza di prospetto di ripartizione provinciale che è stata contestata da tutte le OO. SS. presenti in quanto, in qualche provincia, a fronte dell’esubero, il contingente di nomina è sproporzionato. L’amministrazione ha risposto che tali contingenti sono le risultanze di specifiche indicazioni del MEF secondo la relazione tra il numero delle cessazioni ed il numero delle disponibilità. Lo SNALS e le altre OO.SS hanno ribadito che la ripartizione tra le province doveva avvenire in proporzione alle vacanze dei posti; pertanto hanno contestato tale ripartizione, poiché ad esempio, in alcuni casi, a fronte di disponibilità 0, esubero 1, il contingente di nomina è pari a 2. Lo SNALS non si ritiene soddisfatto per il contingente di nomine del personale ATA, in quanto tale personale è stato escluso dal piano straordinario di assunzione ed è stato oggetto di ulteriore poca considerazione nelle immissioni in ruolo. 

L'amministrazione dopo l'incontro ci comunica che in riferimento all'informativa fornita, l'ufficio procederà proporzionando i n. 56 posti autorizzati a livello nazionale al n. di posti vacanti e disponibili presenti nelle diverse province.