Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > RICERCA: Seconda riunione del Tavolo tecnico al Miur sull'Atto d'indirizzo

RICERCA: Seconda riunione del Tavolo tecnico al Miur sull'Atto d'indirizzo

4-7-17 - L'Amministrazione ha cercato di individuare le tematiche comuni dei documenti ricevuti dalle OO.SS. per recepirle nell'Atto d'indirizzo.
I temi vanno dalle modalità di utilizzo del fondo accessorio e l'individuazione delle fonti per la sua alimentazione alla possibilità di spostare su voci stipendiali alcune indennità...

RICERCA: SECONDA RIUNIONE DEL TAVOLO TECNICO AL MIUR SULL’ATTO D’INDIRIZZO
 
Il 4 luglio si è svolta la seconda seduta del Tavolo tecnico presso il Miur per la definizione dell’Atto d’indirizzo per il rinnovo contrattuale.
Il dr. Ciardiello, per l’Amministrazione, ha spiegato che il Ministero ha cercato di individuare le tematiche comuni dei documenti ricevuti dalle OO.SS. per recepirle nell’Atto d’indirizzo.
I temi vanno dalle modalità di utilizzo del fondo accessorio e l’individuazione delle fonti per la sua alimentazione alla possibilità di spostare su voci stipendiali alcune indennità, dalla valorizzazione della formazione all’utilizzo di nuovi strumenti di lavoro, come lo smart working, dalla necessità di salvaguardare la specificità dei lavoratori degli Enti pubblici di ricerca, all’individuazione di strumenti per la loro valorizzazione e la crescita professionale.
La discussione è proseguita nell’intento di chiarire in che direzione potessero essere declinati i vari temi sopra esposti. 
La nostra delegazione ha espresso soddisfazione soprattutto per il recepimento della richiesta Snals di salvaguardare l’unicità delle varie professionalità presenti negli Enti nel rispetto delle diversità dei vari profili, ed ha condiviso l’apertura sulla questione del fondo accessorio, ribadendo la necessità di rendere utilizzabili a questo scopo i fondi esterni degli Enti.
Dove invece lo Snals ha espresso vivo dissenso è stato sulla mancanza di ogni riferimento relativo alle numerose questioni relative al personale precario. Nell’esposizione della traccia di lavoro del Miur non è stata fatta menzione né alla questione del riconoscimento dell’anzianità di servizio del personale a tempo determinato che viene stabilizzato, né a quella dell’estensione delle tutele dei precari atipici.
Inoltre, a fronte di qualche incertezza da parte del Miur, la delegazione Snals ha ribadito con forza la necessità che l’Atto d’indirizzo sia diretto a tutti gli EPR, non solo quelli vigilati dal Miur, ricomprendendo tutti gli Enti elencati nel D.Lgs. 218/2016, il personale di ricerca di Inail ed Anpal, nonché quello dell’Istituto Vallauri, vigilato dal Ministero della Difesa.
Poiché le questioni aperte si sono rivelate assai numerose e ricche di implicazioni, si è deciso di riconvocare il Tavolo per un terzo incontro il prossimo 18 luglio alle ore 10.00.