Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Pubblicati i bandi del concorso docenti. Scadenza domande: 30 marzo

Pubblicati i bandi del concorso docenti. Scadenza domande: 30 marzo

Presentazione delle domande dal 29 febbraio al 30 marzo - 63.712 posti messi a concorso
Calendario delle prove in G.U. -IV S.S. Concorsi ed Esami- del 12/4/2016

  Sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale - Concorsi ed Esami n. 16 del 26-2-2016 i tre bandi relativi rispettivamente al:

-         Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni dell'organico dell'autonomia della scuola dell'infanzia e primaria. (DDG 105/2016).
Tali concorsi sono indetti su base regionale per la copertura di 6.933 posti comuni di scuola dell’infanzia e 17.299 posti comuni nella scuola primaria, che si prevede risulteranno vacanti e disponibili per il triennio 2016/2017, 2017/2018, 2018/2019;

-        Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni dell'organico dell'autonomia della scuola secondaria di primo e secondo grado (DDG 106/2016).
I concorsi sono indetti su base regionale per la copertura di 16.147 posti comuni di scuola secondaria di I grado e 17.232 posti comuni di scuola secondaria di II grado, che si prevede risulteranno vacanti e disponibili per il triennio 2016/2017, 2017/2018, 2018/2019;

-         Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per posti di sostegno dell'organico dell'autonomia della scuola dell'infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado. (DDG 107/2016).
Anche tali concorsi sono indetti su base regionale per la copertura di 304 posti di sostegno nelle scuole dell’infanzia, 3.799 posti di sostegno nelle scuole primarie, 975 posti di sostegno nelle scuole secondarie di I grado e 1.023 posti di sostegno nelle scuole secondarie di II grado, che si prevede risulteranno vacanti e disponibili per il triennio 2016/2017, 2017/2018, 2018/2019.

Le domande vanno presentate dalle h.8.00 del 29 febbraio fino alle h.14,00 del 30 marzo, esclusivamente attraverso le istanze online.  Per poter accedere alla procedura è necessario registrarsi.

Vi informiamo che l’avviso relativo al calendario delle prove sarà pubblicato, per tutti i Concorsi, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - IV S.S. – Concorsi ed Esami – del 12/4/2016.

 

http://www.istruzione.it/concorso_docenti/index.shtmlquesto il link al sito del MIUR, dove, oltre ai suddetti bandi, sono pubblicati:

la mappa dei posti, suddivisi per regione e per Infanzia e primaria, Secondaria I e II grado e Sostegno (link);

i documenti utili:

D.M. 95 Allegato A - Prove e programmi d'esame;

D.M. 92 Riconoscimento dei titoli di specializzazione in Italiano Lingua 2;

D.M. 93 Ambiti disciplinari;

D.M. 94 Tabella di valutazione dei titoli;

D.M. 96 Requisiti dei componenti delle Commissioni

D.M. 97 Formazione delle Commissioni

Nota prot. 5732 del 29-02-2016 Costituzione delle commissioni giudicatrici

Regolamento per le nuove classi di concorso (DPR n. 19/2016);

Tabella di confluenza tra le vecchie e le nuove classi di concorso;

il link alla domanda on line (prevista anche un’assistenza telefonica 080.9267603);

la sezione FAQ (link).

 

Nel rinviarvi ad un’attenta lettura del/dei bandi di interesse, vi sottolineiamo sinteticamente alcuni aspetti:

 

Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni dell’organico dell’autonomia della scuola dell’infanzia e primaria

A tale procedura è ammesso alla partecipazione esclusivamente il candidato in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento, rispettivamente della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, purchè conseguito entro il termine di scadenza della presentazione della domanda; inoltre sono validi i titoli di abilitazione conseguiti all’estero, se riconosciuti con specifico decreto ministeriale, entro la medesima data di scadenza per la presentazione della domanda. Inoltre, sono ammessi:

a)    per i posti comuni di scuola primaria i candidati in possesso del titolo di studio conseguito entro l’a.s. 2001/2002 al termine dei corsi quadriennali e quinquiennali sperimentali dell’istituto magistrale, aventi valore abilitante, iniziati entro l’a.s. 1997/1998;

b)   per i posti comuni di scuola dell’infanzia i candidati in possesso del titolo di studio conseguito entro l’a.s. 2001/2002, al termine dei corsi triennali e quinquiennali sperimentali della scuola magistrale, ovvero dei corsi quadriennali e quinquiennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’a.s. 1997/1998.

Anche per i titoli riportati ai punti a) e b) sono, inoltre, valutati i titoli conseguiti all’estero e riconosciuti equivalenti con decreto ministeriale entro i termini di presentazione della domanda.

E’ preclusa la partecipazione alla procedura concorsuale al personale docente ed educativo già assunto con contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali.

La domanda di partecipazione, a pena di esclusione, può essere presentata per una sola regione per i cui posti il candidato intende concorrere.

Per la partecipazione alla procedura concorsuale è dovuto un pagamento di € 10 per ogni procedura concorsuale alla quale si concorre, da versarsi secondo le indicazioni fissate all’art. 4, punto 2 dello specifico bando.

Il candidato che possieda i requisiti può concorrere, per ognuna delle procedure previste dal bando, con un’unica domanda, indicando nella stessa le procedure concorsuali per le quali intende concorrere.

I candidati che, avendone titolo, intendano partecipare anche alla procedura concorsuale per la secondaria di I e II grado ovvero sostegno, possono presentare, sempre con procedura Polis, domanda di partecipazione per tali concorsi, richiedendo una regione diversa da quella richiesta con il bando relativo alla primaria e all’infanzia.

I titoli valutabili, indicati nel D.M. 94 del 23/2/2016, devono essere conseguiti entro la data di scadenza del termine di presentazione della domanda e saranno dichiarati nella domanda stessa.

 

Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni dell'organico dell'autonomia della scuola secondaria di primo e secondo grado

A tale procedura è ammesso a partecipare esclusivamente il candidato in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento, rispettivamente della scuola secondaria di I grado e della scuola secondaria di II grado, conseguito entro il termine di scadenza della presentazione della domanda; inoltre, sono ammessi coloro che siano in possesso dei titoli di abilitazione conseguiti all’estero, se riconosciuti validi entro il termine di scadenza di presentazione della domanda, con apposito decreto ministeriale.

E’ preclusa la partecipazione alla procedura concorsuale al personale docente ed educativo già assunto con contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali.

La domanda di partecipazione della procedura prevista dal bando, a pena di esclusione, può essere inoltrata ad una sola regione; se in possesso dello specifico requisito, con un’unica domanda, indirizzata alla regione prescelta, possono essere richieste tutte le classi di concorso o ambiti disciplinari verticali per i quali si intende concorrere, in base al bando.

Per la partecipazione alla procedura concorsuale è previsto il pagamento di € 10 per ogni classe di concorso o ambito disciplinare verticale per i quali si concorre, da versarsi secondo le indicazioni fissate all’art. 4, punto 2 dello specifico bando.

I candidati che, avendone titolo, intendano partecipare anche alla procedura concorsuale per la scuola dell’infanzia o della scuola primaria ovvero del sostegno, possono presentare, sempre con procedura Polis, domanda di partecipazione per tali concorsi, richiedendo una regione diversa da quella richiesta con il bando relativo alla scuola secondaria di I e II grado.

I titoli valutabili devono essere conseguiti entro la data di scadenza del termine di presentazione della domanda e sono quelli indicati nel D.M. 94 del 23/2/2016 e vanno dichiarati nella domanda di partecipazione.

*   Errata corrige, Avviso MIUR 16/03/2016: non sarà effettuata nessuna aggregazione territoriale per le prove in Basilicata e Molise (differentemente da quanto comunicato nel DDG 106/2016)

 

Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per posti di sostegno dell'organico dell'autonomia della scuola dell'infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado

A tale procedura sono  ammessi i candidati in possesso dell’abilitazione all’insegnamento e del titolo di specializzazione su sostegno, rispettivamente per i posti di scuola dell’infanzia, della scuola primaria, della scuola secondaria di I grado e della scuola secondaria di II grado, purchè conseguiti entro il termine di scadenza della presentazione delle domande; sono, altresì, valutabili i titoli di specializzazione conseguiti all’estero, se riconosciuti validi entro il termine di scadenza di presentazione della domanda, con specifico decreto ministeriale.

E’ preclusa la possibilità di partecipazione alla procedura concorsuale, al personale docente ed educativo già assunto con contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali.

La domanda di partecipazione di cui allo specifico bando, può essere prodotta, a pena di esclusione, su una sola regione per i cui posti si intende concorrere.

Per la partecipazione alla procedura concorsuale è previsto il pagamento di € 10 per ognuna delle procedure concorsuali per cui si concorre, da versarsi secondo le indicazioni fissate all’art. 4, punto 2 dello specifico bando.

I candidati che, avendone titolo, intendano partecipare anche alla procedura concorsuale per i posti comuni della scuola dell’infanzia e primaria e per i posti comuni della scuola secondaria di I e II grado, possono presentare, sempre con procedura Polis, domanda di partecipazione per tali concorsi, richiedendo una regione diversa da quella richiesta con il bando relativo ai posti di sostegno.

I titoli valutabili devono essere conseguiti entro la data di scadenza del termine di presentazione della domanda, sono indicati nel D.M. 94 del 23/2/2016 e vanno dichiarati nella domanda di partecipazione.

 

Commissioni giudicatrici: Presidenti e Commissari

Il MIUR ha emanato, in data 29/2/2016, la nota 5732, avente per oggetto: “Concorso a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente nella scuole dell'infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado per gli anni scolastici 2016/2018. Costituzione delle Commissioni giudicatrici”.

Con tale nota il Ministero trasmette:

•    il D.M. n. 96 del 23/02/2016, relativo ai requisiti dei componenti delle commissioni giudicatrici

•    l'O.M. n. 97 del 23/02/2016, contenente le modalità per la presentazione delle domande a presidente e commissario e le istruzioni per la costituzione delle commissioni giudicatrici.

Le domande potranno essere presentate, esclusivamente tramite la procedura Polis, che sarà disponibile sul sito del MIUR nel periodo compreso tra il 3 marzo e il 19 marzo 2016.

Per la nomina a presidenti delle commissioni giudicatrici l’art. 3 del DM 96/16, prevede che possono presentare domanda docenti universitari, direttori di istituzioni AFAM, dirigenti tecnici e dirigenti scolastici, con gli specifici requisiti individuati in base alla tipologia di concorso ordinario, dal medesimo art. 3 (requisiti dei presidenti).

All’art. 4 dello stesso D.M. sono dettagliati i requisiti dei commissari ed è richiesto, quale requisito, il possesso del servizio di ruolo di almeno 5 anni nella scuola dell’infanzia o primaria per i concorsi nella scuola dell’infanzia e primaria, ovvero almeno 5 anni nella scuola secondaria di I e II grado per i concorsi nella scuola secondaria di I e II grado, nella classe di concorso per cui si presenta domanda di nomina a componente della commissione.

Sono, altresì, indicati, al comma 4, ulteriori requisiti, che costituiscono criteri di precedenza nella nomina a componente di tali commissioni.

Il medesimo art. 4, al comma 8, prevede che sia possibile, in caso di assenza di aspiranti alla nomina a commissario, la nomina di docenti che abbiano superato l’anno di prova, abbiano ottenuto la conferma in ruolo, abbiano complessivamente 5anni di servizio e siano in possesso dell’abilitazione all’insegnamento nel grado o nella classe di concorso della relativa procedura concorsuale.

 

 

 
 

 

Scarica la App Scuola SNALS !!!

 

Apple

IOS: http://goo.gl/ggNHXk 

 

 

 

Scadenze di: luglio 2016