Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 21-07-2015 n. 21542 - Nota MIUR

21-07-2015 n. 21542 - Nota MIUR

Trasmissione D.M. 499/2015: Modalità di svolgimento di un corso intensivo di formazione e della relativa prova scritta finale (dirigenti scolastici)

MIUR - Ministro dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola
REGISTRO UFFICIALE
Prot. n. 0021542 - 21/07/2015 – USCITA
Titolario: 02.A.02

 

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
Direzione Generale per il Personale scolastico Ufficio II
Dirigenti scolastici

 

 

 

Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI
LORO SEDI

 

OGGETTO:  Decreto Ministeriale prot. n. 499 del 20 luglio 2015 riguardante "Modalità di svolgimento di un corso intensivo di formazione e della relativa prova scritta finale, ai sensi dell'articolo 1, comma 87, della legge 13 luglio 2015, n. 107, ovvero della sessione speciale di esame di cui all'articolo 1, comma 90, della legge 13 luglio 2015, n. 107”.

 

Per opportuna conoscenza nonché per gli adempimenti di competenza, in particolare quello previsto dall'art. 4, si inoltra il Decreto Ministeriale di cui all'oggetto.

 

Ad ogni buon fine, si ritiene opportuno tener conto di quanto espresso dalla sentenza C-177/10 della Corte di Giustizia Unione Europea - richiamata dalla sentenza n. 4724/2014 del Consiglio di Stato - in base alla quale, al punto 95, “la clausola 4 dell'accordo quadro sul lavoro a tempo determinato, concluso 18 marzo 1999, contenuta nell'allegato alla direttiva del Consiglio del 28 giugno 1999, 1999/70/CE, relativa all'accordo quadro sul lavoro a tempo determinato concluso dalla CES, UNICE e CEEP, è violata qualora un bando di concorso, come il bando di cui alla causa principale, subordini l'idoneità per la promozione all'interno del pubblico impiego ad un periodo di servizio in qualità di dipendente pubblico di ruolo, escludendo i periodi di tempo trascorso in qualità di dipendente pubblico a tempo determinato, senza addurre alcuna ragione oggettiva a fondamento di una siffatta esclusione”, al fine di valutare lo scioglimento di eventuali riserve ancora pendenti in materia.

IL  DIRIGENTE
Sabrina Capasso

 

Allegati PDF
Visualizza PDF