Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Sottoscritto al Miur il CCNI relativo alle risorse per le scuole in aree a rischio a.s. 2013/2014

Sottoscritto al Miur il CCNI relativo alle risorse per le scuole in aree a rischio a.s. 2013/2014

Argomenti trattati: ccni, aree a rischio, assegnazione risorse,
Nel pomeriggio di oggi, 7 agosto 2014, al termine di una riunione tenutasi al MIUR presso il Dipartimento per il Bilancio, è stato sottoscritto il "CCNI

Nel pomeriggio di oggi, 7 agosto 2014, al termine di una riunione tenutasi al MIUR presso il Dipartimento per il Bilancio, è stato sottoscritto il “CCNI sui criteri e parametri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio educativo, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per l’a.s. 2013/2014”.

Tale CCNI era stato sottoscritto, quale ipotesi, il giorno 18 dicembre 2013 ed è stato, successivamente, inviato a Funzione Pubblica e MEF, per la prevista certificazione di cui all’art. 40-bis, c. 2, del D.Lgs. 165/2001, così come modificato dall’art. 55 del D.Lgs. 150/2009.

A seguito di parere favorevole alla sottoscrizione definitiva dell’accordo, con nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica – prot. DFP0040857 DEL 18/7/2014, protocollata al Miur in data 6 agosto 2014 (prot. 6229) si è proceduto oggi alla sottoscrizione definitiva.

Con il CCNI sottoscritto in data odierna, sono stati assegnati € 29.730.000,00.

Circa i criteri di riparto dell’importo complessivo nazionale assegnato, (pari ad euro 29.730.000,00), da destinarsi al comparto scuola, quali misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica, vi precisiamo che tali fondi sono stati ripartiti tra le varie regioni, utilizzando la percentuale di riparto già utilizzata nell’a.s. 2011/2012 e che sono stati riconfermati i parametri di tipo sociale, economico, sanitario, culturale, nonché quelli relativi alla incidenza della criminalità risultanti all’ISTAT e ad altri istituti competenti e gli indicatori della dispersione scolastica e degli alunni stranieri già utilizzati nell’a.s. 2011/2012 ai fini del riparto.

Lo SNALS-CONFSAL ha chiesto all’Amministrazione di velocizzare i tempi di assegnazione delle risorse alle scuole che hanno effettivamente svolto le attività nelle scuole allocate in aree a rischio nell’a.s. 2013/2014.